Utilizzata originariamente come colonia penale nel 1803, la Tasmania è ricca di edifici in stile georgiano e vittoriano finemente restaurati. Molti di questi edifici sono stati trasformati in strutture ricettive o ristoranti, mentre altri sono ancora splendide residenze, aperte al pubblico. Le bellezze naturali della Tasmania sono sorprendentemente facili da raggiungere, ad appena un’ora d’auto dalla capitale Hobart o dalla seconda città Launceston. Raggiungendo Strahan, all’estremità occidentale dell’isola, troverai alberi pluricentenari che ancora crescono alti e robusti. Verso est ti aspettano spiagge immacolate e un mare turchese in luoghi di spettacolare bellezza come la Wineglass Bay e la Bay of Fires, passando per Cradle Mountain e il Dove Lake.

Hobart in Tasmania

Hobart e il sud della Tasmania

Inizia la tua vacanza da Hobart, la capitale, una piccola città portuale ai piedi dell’imponente Mount Wellington. Qui troverai ormeggiati fianco a fianco pescherecci, yacht e navi per l’esplorazione dell’Antartide, sulle banchine che ogni anno si animano per la conclusione della regata Sydney-Hobart, a Capodanno, e ancora per il Taste of Tasmania e l’Hobart Summer Festival. La zona del porto, chiamata Sullivans Cove, è circondata dal centro storico di Hobart con gli antichi magazzini di arenaria di Salamanca Place, che oggi ospitano gallerie d’arte, ristoranti e negozi di artigianato. Ogni sabato, nel cosmopolita Salamanca Market, visitatori e gente del luogo gironzolano alla ricerca di prodotti freschi e articoli di produzione locale. Da qui, sali per le Kelly Steps fino a Battery Point per vedere le villette storiche degli operai di Arthur Circus.
I Royal Tasmanian Botanical Gardens ospitano una ricca varietà di piante autoctone ed esotiche, mentre il Tasmanian Museum and Art Gallery espone esempi dell’arte coloniale e testimonianze della storia culturale e naturale della Tasmania. Salamanca Place ed Elizabeth Street, nella parte settentrionale della città, sono note per gli ottimi ristoranti. A sud di Hobart si trovano i frutteti di mele e le acque tranquille della Huon Valley, la natura selvaggia e le scogliere di Bruny Island, la Tahune Forest AirWalk e le Hastings Caves. Da Hobart puoi raggiungere in nave Peppermint Bay, per conoscere la migliore cucina regionale della Tasmania. La Tasman Peninsula, a soli 90 minuti da Hobart, ti porterà indietro nel tempo con il Port Arthur Historic Site e potrai ammirare le spettacolari scogliere e formazioni rocciose che resero la penisola tanto infida per i detenuti che la occupavano nel XIX secolo. Sulla via del ritorno a Hobart, fai una visita alla chiesa, al ponte e alla prigione più antichi dell’Australia, a Richmond. A nord-ovest di Hobart si trova la Derwent Valley, una zona di campi di luppolo, vecchi forni da birra e villaggi fluviali, come New Norfolk, e dove potrai passeggiare nel bush del Mt Field National Park.

Launceston e la costa orientale

Visita il Freycinet National Park per ammirare la celebre Wineglass Bay. Più a nord si trovano il Bay of Fires e il parco nazionale di Mt William, con candide spiagge lambite da acque turchesi e cristalline. Prendi il traghetto per raggiungere la ex colonia penale di Maria Island oppure dedicati alla pesca sportiva a St Helens. Inizia da Launceston la tua esplorazione delle aziende vinicole della Tamar Valley; la città si trova a due ore e mezza da Hobart, in direzione nord sulla Heritage Highway, che attraversa i villaggi storici di Oatlands e Ross. Questa elegante città ha fatto un uso innovativo della sua eredità coloniale, in edifici quali il Queen Victoria Museum e l’Art Gallery di Inveresk. A pochi minuti dal centro della città si trova Cataract Gorge, con i suoi giardini, i sentieri percorribili, il ponte sospeso e la seggiovia. Il Tamar Valley Festival of the Senses di metà febbraio è un appuntamento a cui non mancare, che raggruppa eventi enogastronomici, intrattenimenti e spettacoli artistici nella regione.