Conoscere Salisburgo, in Austria

Preziosa e sofisticata, con le sue chiese e palazzi barocchi, Salisburgo è la città in cui nacque Mozart e non manca mai di celebrarlo. La musica continua ad essere il filo conduttore della vita salisburghese, con il consueto Festival concertistico estivo, che prevede la partecipazione di esecutori, direttori ed orchestre di primissimo piano (nel periodo luglio-agosto).

Salisburgo vista dal castello

È la quarta città dell’Austria per importanza, con una grande varietà di attrazioni da visitare: chiese gotiche e barocche, musei, palazzi, parchi, etc. Salisburgo è collegata tramite treni Eurocity a Milano (circa 5 ore di viaggio) e Roma. Una volta arrivati, la città di Mozart potrete girarla comodamente a piedi in quanto relativamente poco estesa, ma sono sempre dispobili bus cittadini e taxi; acquistando la Salzburg Card si può viaggiare gratis in autobus ed ottenere sconti all’ingresso delle attrazioni. La città conserva il profilo grazioso e le armoniose geometrie che le diede l’architetto italiano Scamozzi tra il 1590 e il 1610. Nacque così la sobria ed elegante città barocca sul fiume Salzach, che attira ogni anno un vasto pubblico internazionale grazie ai suoi tesori d’arte e non solo per la musica. Il centro storico di Salisburgo, in perfetto stato di conservazione, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1996.

La Cattedrale di Salisburgo, di forte influenza rinascimentale italiana, fu costruita su progetto dell’architetto e scultore Santino Solari, risaltando sulla Piazza della Cattedrale per le sue linee semplici ed allo stesso tempo solenni. I pilastri che separano le arcate nella parte inferiore della facciata sono affiancati da grandi sculture, mentre la crociera è sormontata da una cupola che ricorda quella di San Pietro a Roma. Al suo interno è conservata anche la fonte battesimale in cui ha ricevuto il battesimo il grandissimo musicista W. A. Mozart.
La Residenza Arcivescovile è stata la casa dei principi-arcivescovi ed uno dei luoghi in cui Mozart si esibiva quando era ancora bambino, la cui casa natale però si trova in Getreidegasse ed ospita un Museo a lui dedicato, meta che richiama gli appassionati di musica da ogni parte del mondo. La Chiesa della Trinità fu costruita dall’architetto austriaco Von Erlach, personalità molto significativa del barocco europeo, nel 1694 ed ispirata a quella di Sant’Agnese in Agone di Roma, con una notevole cupola centrale e due torri laterali che incorniciano una facciata concava su pianta ellittica.

Molto interessante è visitare anche l’antica Abbazia Benedettina di San Pietro, situata su una collina, la cui costruzione ha avuto inizio nell’VIII secolo (Salisburgo si chiamava ancora con il nome latino di Juvavum) in stile romanico ed in seguito è stato aggiunto un chiostro in stile gotico. Sempre su questa collina che domina la città, vicino all’antica chiesa francescana del 1211, si erge l’imponente Fortezza di Hohensalzburg costruita durante il XII secolo e rimasta inespugnata durante le battaglie che si sono succedute, da cui si gode di una magnifica vista della città e dei suoi dintorni. Tra le altre attrazioni a Saliburgo troviamo il Castello di Mirabell, sulla riva del fiume Salzach, costruito nel 1606 dal principe vescovo Wolf Dietrich per la sua amante Salome Alt e i loro 15 figli; nei dintorni di Salisburgo si possono visitare le miniere di sale di Hallein e le grotte di ghiaccio di Werfen, oltre che diversi magnifici castelli che dominano la zona dalle loro alture.