Barcellona ha molti quartiere e zone con diverse denominazioni, vediamo quali sono quelle più importanti che il viaggiatore non può fare a meno di conoscere e quali sono i principali centri in cui si sviluppa la vita cittadina.

Barcellona, le zone più importanti.

Le Ramblas: intrattenimento, fiori, arte moderna fra storia antica e tanta vivacità, è la strada principale di Barcellona ed il suo più animato palcoscenico. Impossibile non percorrere i suoi viali e non rimanerne affascinati.

Barri Gotic: è il cuore di Barcellona che prende il nome dallo stile gotico che predomina nei suoi edifici, una delle zone più belle e più antiche che racchiude duemila anni di storia.

Montjuic: una montagna in continua evoluzione in cui si sono svolti molti lavori per l’Esposizione Universale del 1929 e per le Olimpiadi del 1992. È una zona molto interessante, con gallerie d’arte e musei, una fortezza, giardini e varie altre attrazioni.

La Barceloneta: è il quartiere marinaro di Barcellona, con l’omonima spiaggia, il lungomare, il Porto Vecchio che però in realtà è nuovissimo ed il museo di storia navale. È zona ricca di magia e storia, divenuta una delle più popolari e carismatiche di Barcellona, sempre frequentata e piena di divertimenti.

Port Olimpic: sorto per i Giochi Olimpici del 1992, questo quartiere è una delle zone più belle e vivaci del capoluogo catalano. Grazie ad un profondo rinnovamento urbanistico, ha un nuovo porto, ristoranti, discoteche e moderni grattacieli.

I centri vitali più famosi di Barcellona

Plaza de Catalunya: una delle piazze più grandi in Spagna (con circa 30mila mq di superficie) ed uno dei luoghi più turistici di Barcellona, punto d’unione tra la zona più vecchia e la Rambla.

Plaza de Espanya: costruita per l’Esposizione Universale del 1929, è una delle più grandi e significative di Barcellona, situata ai piedi della montagna di Montjuic.

Plaza de Sant Jaume: ospita gli edifici amministrativi più importanti, nel centro storico della città.