Ischia e Capri, due perle nel Tirreno

L’Italia ne ha veramente tante di belle isole, luoghi dal fascino particolare che ispirano romanticismo, ma anche per trascorrere una vacanza rilassante lontano dalla routine o semplicemente divertirsi al mare fra sport acquatici e giornate di sole. Alcune di queste, molto particolari per la verità, si trovano nell’Arcipelago Campano nelle acque del mar Tirreno, ai margini del golfo di Napoli: Ischia e Capri.

Ischia.

Ischia è un’isola vulcanica ricca di belle spiagge e rinomate acque termali, conosciute ed apprezzate sin dall’antichità. Un luogo così bello, con una storia così lunga e ricca di avvenimenti ha ovviamente anche luoghi d’interesse degni di nota, oltre ai luoghi di puro divertimento. Fra questi spiccano i giardini La Mortella, un parco botanico appartenuto al compositore inglese Walton, dove fra meravigliose piante di ogni genere è possibile godere anche della vista sulla città e sul porto di Forio; la villa La Colombaia, un tempo residenza estiva del famoso regista Luchino Visconti (La terra trema, Il Gattopardo, Morte a Venezia, etc.) ed oggi un museo della fondazione a lui dedicata, con un ampio parco anch’esso aperto al pubblico; il Castello Aragonese, il monumento più visitato dell’isola, edificato nel lontanissimo 474 a.C. dal tiranno di Siracusa Gerone ed utilizzato nel corso dei secoli fino ai giorni nostri. Il castello si trova su uno scoglio attiguo ed è raggiungibile attraverso un ponte in muratura di 220 metri.

Capri, il porto di Marina Grande.

L’altra grande isola dell’arcipelago è la favolosa ed elegante Capri, sede di lussuose ville e luogo di villeggiatura internazionale sin dagli anni ’60. Capri non ha bisogno di presentazioni, è conosciuta in tutto il mondo le sua bellezza: le meravigliose spiagge, i faraglioni, le sue scogliere e le grotte, su tutte la Grotta Azzurra, forse il luogo più conosciuto dell’isola per i suoi magici riflessi. In un giro sull’isola non si può tralasciare di passeggiare per la baia di Marina Piccola e verso il belvedere di Tragara, per poi riposarsi e bere un caffè seduti ad uno dei tavolini dei bar della Piazzetta, il vero centro di Capri.