Isole Cook, meraviglioso paradiso ecologico

Le Isole Cook sono 15 isole sparse in una vasta area nel cuore dell’Oceano Pacifico, tra Tonga e Tahiti, in un’immensa riserva marina dove non mancano piccoli hotel di lusso perfettamente integrati nella natura, in un arcipelago completamente autosufficiente almeno fino al 2020. La maggiore delle isole, dove si trova la capitale dell’arcipelago, è Rarotonga ma l’atollo corallino più conosciuto e frequentato turisticamente è Aitutaki, dove si trova una delle lagune più belle del mondo.

Isole Cook, resort ecologico sul mare.

Grazie al suo clima tropicale e alla cordiale ospitalità, le Isole Cook sono la destinazione ideale per scoprire la magia della Polinesia. La particolare cura per questo piccolo arcipelago del Pacifico Meridionale, con il suo ambiente naturale così protetto, assicura la salvaguardia dei suoi paesaggi da cartolina senza grandi complessi alberghieri. Le Isole Cook sono impegnate anche per essere l’arcipelago più ecologico, con una scorta di energia rinnovabile al 100% che dovrebbe bastare per la propria autosufficienza energetica fino al 2020. Ma la tutela ed il rispetto per l’ambiente naturale delle isole si manifesta in tanti modi diversi.

Le Cook hanno una delle riserve marine più grandi al mondo, con un’area di oltre 1 milione di kmq, che contribuirà a promuovere lo sviluppo sostenibile del territorio, assicurando un equilibrio tra crescita economica, promozione del turismo, pesca e conservazione della biodiversità del mare.

Le Isole Cook hanno adottato anche le norme più severe per la salvaguardia degli squali, vietandone completamente la pesca, il commercio ed il trasporto su qualsiasi imbarcazione, istituendo così una sorta di santuario degli squali grande quasi 2 milioni di kmq. Tenendosi a distanza dal turismo di massa, hanno saputo conservare l’anima autentica dei luoghi, senza le strutture invasive che spesso alterano l’essenza della splendida natura circostante. Rarotonga alle isole Cook.

In questo paradiso della Polinesia neozelandese i piccoli hotel di lusso, eleganti ed esotici, sono rispettosi della natura e garantiscono un soggiorno confortevole senza compromettere in alcun modo l’ambiente naturale delle isole.

Uno dei migliori esempi di alloggi di questo genere in tutto il Pacifico è il Little Polynesian Resort, progettato per integrarsi al meglio tra le risorse naturali, in un ambiente ricco di palme e vegetazione tropicale. Anche il Muri Beach Resort di Rarotonga è un ottimo esempio di struttura ricettiva che si integra e rispetta la natura circostante delle Cook, è infatti il primo resort ad aver installato un sistema di energia solare che gli permette di essere autosufficiente al 100%.

Il protagonista principale del paesaggio delle Isole Cook è indubbiamente il mare, ma anche il verde lussureggiante del suo interno non è da dimenticare. Nel punto più alto di Rarotonga si può salire fino a 400m per fare un’escursione a Te Rua Manga o The Needle, attraversando la giungla dell’isola, e poi tuffarsi nella cascata di Wigmore che si trova alla fine del percorso. È un’esperienza indimenticabile che può diventare ancora più affascinante se si compie accompagnati da una guida locale che conosce tutti i segreti della natura del posto e le proprietà delle piante medicinali della zona. Da non perdere il Punanga Nui Cultural Market che si tiene ogni sabato a Rarotonga, dove artigiani e agricoltori vendono i loro prodotti, dalle sculture in legno alle perle nere, ai deliziosi cibi coltivati sull’isola.