La Coruña

La Coruña vale sicuramente la pena di un viaggio in Galizia, nell’estremo nordovest della Spagna, affacciata sull’Oceano Atlantico. È una città visitabile tranquillamente in un weekend, che ci riserva dei piccoli tesori che vale la pena vedere e a cui possiamo associare le delizie della cucina galiziana per passare un paio di giorni a ritmo rilassato e piacevole.

La Coruña, Spagna

Uno dei tesori della città, forse il più prezioso, è la Torre di Ercole: l’unico faro romano giunto ai giorni nostri, il più antico del mondo. Secondo la leggenda, il suo nome si deve al fatto che Ercole giunse fino alle acque circostanti il faro per seppellire la testa del gigante Gerione, fortissimo gigante mitologico a tre teste, dopo averlo battuto in combattimento. Secondo l’iscrizione presente sulla torre ed altre referenze nei documenti dell’epoca, la sua costruzione dovrebbe risalire al II secolo d.C. ed esisteva già all’epoca dell’imperatore Traiano e quando la città aveva il nome romano di Brigantium.

In questa città con duemila anni di storia e di passato, è normale incontrare la fusione dei diversi stili ed elementi delle epoche vissute: fenici, romani, celti, fino ad arrivare all’architettura barocca, romanica e la più moderna art nouveau. Il visitatore in viaggio a La Coruña non potrà fare a meno di notare le tante finestre degli edifici sul lungomare, nella piazza dedicata all’eroina Maria Pita e nelle strade della città vecchia, caratteristica tanto evidente che gli vale il soprannome di città di vetro.

Per mangiare bene a La Coruña, tra i tanti piatti tipici della cucina locale, dobbiamo assolutamente assaggiare il polpo galiziano cucinato in maniera tradizionale. Uno dei locali ritenuti migliori è il Manda Truco, più una taverna tipica che un ristorante. Non è molto grande, ha solo una dozzina di tavoli ed un bancone bar, ma è sicuramente il posto dove gustare i migliori frutti di mare e tante altre prelibatezze, con un ottimo rapporto qualità-prezzo.