Machu Picchu, una meraviglia in Perù

Machu Picchu è uno dei luoghi più affascinanti ed una delle sette meraviglie del mondo moderno, testimonianza del glorioso passato degli Incas e del vasto e potente impero che stabilirono in America del Sud, tra le mete preferite dai viaggiatori internazionali.

Machu Picchu in Perù.

Il Perù è uno dei paesi che può vantare alcune tra le migliori meraviglie naturali che esistono sulla Terra: il lago navigabile più alto del mondo (il Lago Titicaca), alcune delle foreste meglio conservate ed il canyon più profondo del mondo (il Cotahuasi). Ma quando si parla di Perù viene in mente soprattutto Machu Picchu, un mito che divenne realtà nel 1911, quando lo storico Bingham ne riconobbe l’importanza e guidò la riscoperta dell’antico sito archeologico. Machu Picchu è un tesoro nascosto nel profondo della Cordigliera delle Ande, dove il fiume Urubamba da origine alla Valle Sacra degli Incas, dove le leggende si potrebbero tramutare in realtà ma come uniche testimonianze rimangono le rovine di una lunga storia.

Gli Incas costruirono questo luogo monumentale nel XV secolo, probabilmente come mausoleo di Pachacutec, il fondatore dell’impero inca Tawantinsuyu, il più vasto impero precolombiano presente nel continente americano. Questa città-mausoleo ha grandi edifici in pietra sparsi tra il settore alto (hanan) ed il basso (hurin); nel settore superiore ci sono il Tempio del Sole, la Residenza Reale, la Piazza Sacra con il Tempio delle tre finestre ed il Tempio Principale, e soprattutto Intihuatana, la pietra su una collina che confonde ancora gli archeologi, in quanto non si sa bene se fosse un altare sacro, un osservatorio astronomico o un orologio solare come la meridiana.
Nella parte inferiore si trovano invece diversi gruppi di edifici più poveri, che probabilmente costituivano le abitazioni, le botteghe ed i luoghi per l’allevamento degli animali. I due settori, alto e basso, sono collegati da stretti sentieri e scalinate.
Ma la parte più impressionante si trova a nord della cittadella: una scalinata stretta e molto ripida, ma praticabile senza grandi difficoltà, sale fino alla vetta della Huayna Picchu (la Montagna Giovane), dove da un’altezza di circa 2700m avremo ai nostri piedi uno splendido panorama che sovrasta tutto il sito archeologico di Machu Picchu, ma anche il fiume Urubamba che scorre fra valli e gole della Cordigliera delle Ande: qui capiremo la sublime bellezza di questo luogo, tra aria pura e sacro silenzio.

Come arrivare a Machu Picchu? Possiamo prendere un treno da Cuzco ad Agua Calientes, dove poi prenderemo uno degli autobus che partono continuamente per le escursioni verso il meraviglioso santuario inca, dove giungeremo dopo circa 20 minuti di strada tortuosa. I più avventurosi possono percorre il Cammino degli Incas, parte della vasta rete di strade e sentieri che si incrociavano in tutto l’impero: il percorso inizia al km82 della linea ferrorivaria Cuzco-Agua Calientes ed è di circa tre giorni.