Viaggiare in Ungheria

Tra i Paesi europei meno popolari per flussi turistici, l’Ungheria è probabilmente fra i più belli, con una forte identità culturale e bellezze naturali, e la sua capitale Budapest che è comunque fra le mete europee più conosciute ed ambite dai viaggiatori.

Gyor in Ungheria.

Le molte aree dedicate alla salvaguardia della natura sono particolamente interessanti per i viaggiatori che amano il contatto con la flora e la fauna, come ad esempio il Lago Balaton, lo specchio d’acqua dolce più grande d’Europa. Gli amanti del relax e delle vacanze riposanti invece hanno a disposizione varie località termali in Ungheria, note per la qualità delle acque che provengono da sorgenti naturali. Oltre a questo diverse regioni hanno molte attrazioni storiche e architettoniche che si avvicinano a quelle che può offrire Budapest, senza dubbio tra le capitali più importanti dal punto di vista turistico.

La zona dell’Ansa del Danubio (in ungherese Dunakanyar) è uno dei posti che non si può evitare di conoscere in un viaggio alla scoperta dell’Ungheria, a circa 40km a nord di Budapest. Questi paesaggi sono incredibili, con il Danubio che scorre fra dolci colline e spazi verdi che si fondono perfettamente con pittoreschi villaggi fra i quali ci sono Esztergom, Visegrad o Szentendre. Una scelta molto consigliata è quella di un’indimenticabile crociera sul Danubio che da Budapest ci porterà verso questa regione sulle acque del fiume, con delle fermate nei posti più interessanti. In questo caso è consigliabile prenotare o acquistare i biglietti in anticipo per non avere sorprese al momento di fare la gita.

Un altro dei posti da non perdere per conoscere meglio l’Ungheria è Gyor, situata tra Budapest e Vienna, uno degli ultimi avamposti di difesa dell’Impero Austro-Ungarico contro gli Ottomani ed oggi una delle principali città del paese soprattutto per il suo sviluppo industriale. Merita senza dubbio una visita il suo centro storico cittadino, conservato con cura e che è possibile visitare tranquillamente a piedi, tra edifici barocchi, numerosi monumenti e musei di questa città a vocazione turistica.
Altra località dell’Ungheria meno nota è Sopron, al confine con l’Austria e quindi fortemente bilingue, che per questa sua vicinanza ha avuto un forte sviluppo commerciale e culturale, diventando un punto di riferimento per l’intera regione. Anche qui le cose più interessanti da visitare sono nella parte più vecchia della città, in cui spicca la Torre del Fuoco, che integra elementi dell’architettura romana, normanna e barocca. L’Ungheria offre eccellenti possibilità per esplorare l’Europa da un punto di vista meno conosciuto, basta partire ed essere pronti a conoscere nuovi paesaggi e nuove culture.