Visitare Rouen in Francia

Rouen è il capoluogo del dipartimento della Senna Marittima, nella regione Alta Normandia in Francia ed è stata la capitale medievale della Normandia, mentre attualmente è uno dei porti più importante del Paese. Ma Rouen è conosciuta soprattutto per uno dei personaggi storici più importanti di tutta la Francia, che qui nel 1431 venne martitizzato dopo un farsesco processo per eresia: Giovanna d’Arco.

Rouen in Francia.

A Rouen tutto ricorda Giovanna d’Arco e la sua leggenda: passeggiando tra le pittoresche strade della cittadina ci si imbatte nella Torre di Giovanna d’Arco, dove ebbe luogo il processo sommario all’eroina; il Museo Giovanna d’Arco, in una cantina romanica dove possiamo vedere scene della vita di Giovanna; la Chiesa di Santa Giovanna d’Arco, costruita nello stesso luogo del suo martirio, dal tetto in ardesia e spettacolari vetrate al suo interno. Una croce nel centro della piazza ricorda il punto esatto in cui avvenne il rogo.

Attraversando le stradine della città si percorrono secoli di storia, fino ad arrivare alla Cattedrale di Notre-Dame, in stile gotico, in parte ricostruita nel XX secolo dopo i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. È una delle più belle chiese gotiche di tutta la Francia, con la sua torre-lanterna la cui guglia raggiunge i 151m dal suolo; ammirevoli anche le due torri campanarie che fiancheggiano la facciata: la Tour Saint-Romaine, alta 82 metri e risalente al 1145, e la Tour de Beurre, alta 75 metri e risalente al XV secolo. Il suo interno è maestoso, con grandi pilastri ed archi, grandi vetrate, sculture e le tombe dei duchi di Normandia, tra cui quella di Riccardo Cuor di Leone.

Rouen è conosciuta come la città dei cento campanili, per il gran numero di piccole chiese che si trovano percorrendo le sue stradine. Proseguendo la passeggiata nel meraviglioso centro storico che ci riporta alla Normandia medievale, possiamo visitare la chiesa di Saint Maclou, massimo espressione dello stile gotico fiammeggiante; accanto si trova la Scuola Regionale di Belle Arti. Proseguendo, a breve distanza, l’Abbazia di Saint-Ouen, un monastero benedettino che dopo la Rivoluzione francese del 1789 divenne il municipio della città. L’esterno è molto bello, ma i suoi interni sono magnifici: 80 finestre danno al luogo una luce sorprendente, con effetti cromatici e di luce molto particolari. Lasciata l’Abbazia si entra in Rue du Gros Horloge, la strada principale della città dall’atmosfera magica, dal 1970 la prima strada pedonale di Francia. Si può passeggiare tra innumerevoli negozi e cafè oltre ad ammirare il Gros Horloge, un orologio astronomico risalente al XIV secolo in un campanile gotico con arco rinascimentale, che si può visitare anche per avere una vista dall’alto davvero eccezionale.