Sydney è il punto di partenza per molte appassionanti esperienze nel Nuovo Galles del Sud. A sole due ore in auto da Sydney potrai compiere escursioni nel bush, arrampicarti, gustare gli ottimi vini locali o semplicemente rilassarti su una spiaggia deserta.

Blue Mountains nel Nuovo Galles del Sud

Blue Mountains: a 90 minuti a ovest di Sydney troverai una spettacolare area di interesse naturalistico, parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità, con scoscesi dirupi e canyon di arenaria, fitte foreste di eucalipti e cascate. Per conoscere e apprezzare la regione ti consigliamo di passare qualche giorno nei paesini di montagna, camminando nel bush, arrampicandoti, andando in canoa, sul deltaplano, a cavallo o giocando a golf. Oppure potrai semplicemente rilassarti e goderti l’aria di montagna.

Hunter Valley: a sole due ore a nord di Sydney (o con più calma 3-4 ore attraversando paesini e parchi nazionali nelle aree protette delle Blue Mountains), la Hunter Valley è la zona vinicola più antica dell’Australia. La regione offre splendidi campi da golf e la possibilità di dedicarsi a varie attività tra le quali ascensioni in mongolfiera, gite in bicicletta, equitazione e cure termali. Qui troverai il Barrington Tops National Park, dichiarato Patrimonio dell’Umanità, i parchi più grandi dell’emisfero australe e ristoranti eccellenti. Oltre 100 aziende vinicole producono etichette conosciute dagli intenditori di tutto il mondo.

Port Stephens: a due ore e mezza a nord di Sydney (a un’ora in auto dai vigneti della Hunter Valley) Port Stephens ti invita a rilassarti sulle sue spiagge di sabbia bianca. Qui potrai andare in barca a vela e fare immersioni nelle acque cristalline. Da non perdere la gita in barca per osservare le popolazioni di delfini tursiopi che hanno scelto questa baia come loro dimora. Sulle vicine dune di sabbia di Stockton potrai cimentarti con il sand boarding, cavalcare un cammello o praticare il quad biking, mentre la riserva della Tilligerry Peninsula ospita una delle più numerose colonie di koala dell’Australia.

Wollongong e Illawarra: la scarpata di Illawarra, a un’ora a sud di Sydney, è il punto d’incontro tra le falesie di arenaria e l’Oceano Pacifico. Il Grand Pacific Drive, il ponte di nuova costruzione sulla costa della regione di Illawarra sovrasta imponente l’oceano stagliandosi contro le scogliere e si appresta a diventare la porta d’accesso alle meraviglie della strada costiera che collega Sydney a Melbourne. Wollogong è la terza città per grandezza del Nuovo Galles del Sud e ha molto da offrire tra pub, spiagge e il suo microbirrificio artigianale.

North Coast: la Pacific Coast Touring Route, che collega Sydney con Brisban, offre ai visitatori 970km di coste meravigliose e un territorio interno altrettanto spettacolare. Vale la pena passare alcuni giorni nella Central Coast. La regione parte da Broken Bay, sul bellissimo fiume Hawkesbury, ed è costellata di baie, insenature e spiagge di surfisti. Non lontano si trova la cosmopolita Newcastle, la seconda città per grandezza del Nuovo Galles del Sud. Più a nord avrai la possibilità di nuotare o fare surf in una delle centinaia di baie e spiagge che punteggiano la costa. Coffs Harbour ti offre la possibilità di scegliere l’attività che preferisci: paracadutismo acrobatico, rafting, scuba diving, pesca d’altura e passaggiate nel bush. Byron Bay, poco prima del confine con il Queensland, è una cittadina alla moda, rilassata e un po’ bohemienne, affacciata sul mare e circondata da foreste pluviali subtropicali.

South Coast: a sud di Sydney, in direzione Melbourne, la spettacolare bellezza della costa racchiude numerose spiagge e offre innumerevoli opportunità per ammirare la fauna locale nel proprio habitat naturale. Fai colazione in compagnia dei pappagalli a Greenpatch o naviga con i delfini a Jervis Bay, organizza un picnic con i canguri a Pebbly Beach o incontra foche e pinguini a Montague Island. Visita i villaggi tradizionali di Central Tilba e Tilba Tilba, il caseificio Bega Cheese Factory e il Killer Whale Museum.

L’outback nel Nuovo Galles del Sud: Broken Hill è la porta di accesso all’outback; puoi arrivarci in treno con la Indian Pacific Railway o con un breve volo da Sydney. Lo spettacolare scenario della regione, terra rosso vivo, cieli blu e orizzonti infiniti, ha attirato una colonia di artisti di talento e ha ispirato alcuni film famosi, da Mad Max a Mission Impossible 2. Visita la School of the Air e il Royal Flying Doctor Service; pernotta in uno degli appartamenti sotterranei di White Cliffs, ammira le formazioni sabbiose denominate Wall of China nel Mungo National Park, i laghi di Menindee e la splendida arte rupestre aborigena al Mutawintji National Park.

Southern Highlands: sono costituite da aree naturali incontaminate, terreni agricoli lussureggianti e ottimi esempi di architettura coloniale. I principali centri abitati della regione sono Mittagong, Moss Vale, Bowral e Berrima. Visita i negozietti vecchio stile, assapora la cucina locale nell’atmosfera cordiale dei pub e delle locande oppure passeggia tra i perfetti giardini all’inglese. Il Morton National Park ospita oltre 24mila ettari di foreste pluviali, foreste di eucalipti, cascate e ottimi punti di osservazione per i visitatori. Questa regione vinicola emergente offre numerosissime cantine e l’eccellente itinerario enoturistico Open Gardens.

Snowy Mountains: queste montagne ospitano la vetta più alta dell’Australia, il Mount Kosciuszko (2228m). La natura alpina incontaminata, le foreste di eucalipti, le limpide acque dei ruscelli alpini e l’aria fresca e frizzante ne fanno lo scenario perfetto per la tua vacanza. Oltre la metà dell’habitat alpino australiano si trova nell’area delle Snowy Mountains, luogo perfetto anche per sciare o fare snowboard o per cercare l’avventura nelle attività estive (mountain bike, passeggiate, discese in corda doppia e rafting).

Lord Howe Island: le piante rare, gli uccelli e la straordinaria fauna marina di Lord Howe Island l’hanno annoverata di diritto tra le pochissime isole dichiarate Patrimonio dell’Umanità. L’isola è ricca di spiagge e circondata da una barriera corallina, e la maggior parte della sua superficie è coperta di foreste naturali di baniani e chenzie. La sua barriera corallina è la più meridionale del mondo e tra le pochissime mete turistiche ancora realmente incontaminate.