eViaggi: idee di viaggio e consigli

Viaggiare è molto più che fare turismo, è un esercizio di apprendimento costante che ci porta lontani dalla quotidianità, ci mette alla prova e ci permette di conoscerci meglio.

I motivi per viaggiare possono essere innumerevoli perché cambiano per ogni persona. Si viaggia per rompere con la consuetudine, per prendere le distanze dalle solite abitudini, per conoscere in prima persona nuove culture, per vedere dal vivo quel monumento che ti fa sospirare ogni volta che ne vedi una foto.

Si viaggia per conoscere persone, per conoscere sé stessi e i propri limiti, cercando di superarli poco per volta. Si viaggia per il piacere dell’adrenalina di andare verso qualcosa di sconosciuto, viaggiamo perché ci piace e amiamo farlo.

Nella nostra immaginazione non ci sono confini e frontiere, non dovrebbero esserci neanche nella nostra realtà. Non rimandare, il momento per viaggiare è ora, perché il mondo è più grande, bello e solidale di quello che ci fanno credere. Le culture che lo abitano sono tutte eccezionali e bisogna conoscerle per capirle e capirsi meglio: viaggiare è tolleranza, pazienza, audacia e intuizione.

Viaggiare ti dà libertà, incoraggia l’immaginazione e ti riempie di nuove idee, cambia la prospettiva da cui sei abituato a guardare il mondo e ti apre nuove porte. Viaggiare ti libera dai legami fisici, mentali, ideologici, politici, spirituali, religiosi e ti aiuta a ritrovare la curiosità e l’ingenuità di quando eri ragazzo. Ti consente di lasciare la tua zona di comfort e affrontare la paura che genera il cambiamento, per molti viaggiare è una necessità, per altri un grande desiderio.

Viaggiare ci fa mostrare il nostro lato migliore, ci fa parlare con la gente e con altri viaggiatori, ci fa condividere le nostre esperienze, trasformando gli estranei in amici e confidenti. Il viaggio ci mostra la pluralità e la diversità del nostro pianeta, le sue culture e la struggente bellezza della natura, così, all’improvviso, ti rendi conto di essere vivo e di essere felice.

Come scegliere la destinazione del tuo prossimo viaggio

Scegliere la destinazione ideale per un viaggio o una vacanza non è sempre facile, ci sono migliaia di possibilità. Alcuni preferiscono scoprire luoghi esotici, altri preferiscono il chiasso e la vivacità delle grandi capitali, altri ancora la semplicità di un piccolissimo villaggio che non si trova neanche sulla mappa.

I viaggi sono esperienze profondamente soggettive, ogni persona cerca qualcosa di diverso, le motivazioni e l’entusiasmo che possono provare io non le proverà anche qualcun altro, anche in base all’umore e allo stato fisico e mentale che possiamo avere. La scalata dell’Everest è indubbiamente un’esperienza che ti cambia per sempre la vita, ma non decidi di farla se non sopporti il freddo, ti fa male la schiena e sogni le spiagge delle Maldive.

Allora, come scegliere la meta del prossimo viaggio?

  • Cosa vorresti fare?

    Questa è una delle domande fondamentali da farsi per scegliere la destinazione perfetta. Preferisci le spiagge, la montagna o le città d’arte? Ti piace visitare monumenti storici ed artistici o divertirti in un parco? Una volta che cominci a chiarire questo, l’elenco delle possibilità è già più ridotto.

    Potresti semplicemente cercare di rilassarti oppure mantenerti in forma praticando qualche attività sportiva, pensa bene a quello che preferisci fare durante una vacanza e da quello puoi iniziare a cercare una destinazione. Vorresti conoscere gente, assaggiare la cucina di un determinato luogo o fare un ritiro spirituale? Si potrebbe continuare all’infinito…

  • Con chi vuoi partire?

    La scelta della destinazione può variare tanto anche in base a chi ti accompagna nel viaggio, non è la stessa cosa partire con gli amici o con la famiglia ed i bambini. Con i più piccoli dovrai cercare di fare un viaggio che si adatti anche a loro, che certamente non si divertiranno a visitare monumenti ma preferiranno il divertimento di un parco o di una spiaggia. Viaggiare in coppia ti porterà a scegliere una meta più romantica, trascorrendo quei momenti come un’esperienza indimenticabile anche per il tuo partner.

  • Quanto vuoi spendere?

    È un punto importante da valutare bene: se il tuo budget è limitato, è meglio scegliere una destinazione in Italia o in un Paese vicino, che può comunque offrire esperienze meravigliose e momenti memorabili ad ogni viaggiatore. Con un budget più ampio si può scegliere anche un altro continente, senza dimenticare però che albergo e cibo in alcuni luoghi possono essere davvero molto costosi. Senza tralasciare le attività che vorresti fare, i trasporti, le visite ai monumenti…

    Viaggiare low cost con uno zaino, dividere una stanza in ostello con altri viaggiatori e prendere i mezzi pubblici non è lo stesso di viaggiare con tutti i lussi e quindi scegliere un hotel 5 stelle, cenare al ristorante e spostarsi in taxi.

  • Quando vuoi viaggiare e per quanto tempo?

    Questo dipende anche dal tipo di viaggio che ti aspetti, se cerchi la vacanza in spiaggia a gennaio non andrai certamente in Sardegna ma dovrai preferire mete come la Thailandia o i Caraibi. Lo stesso se preferisci andare in montagna, probabilmente non sceglierai un periodo in cui le temperature sono più basse, a meno che tu non voglia andare a sciare a Cortina o a vedere l’aurora boreale in Norvegia.

    È indispensabile conoscere le condizioni meteo del luogo a cui si sta pensando, senza dimenticare che in bassa stagione è tutto più economico. Se vuoi goderti la destinazione dei tuoi sogni ma non ce la fai col budget, prova a pianificarla in un periodo meno richiesto.

    Vuoi fare solo un weekend o un ponte o un lungo viaggio di qualche settimana? Visitare destinazioni lontane richiede molte ore di viaggio, per viaggi brevi e più frequenti durante l’anno è conveniente scegliere mete più vicine che non richiedono grandi investimenti.

Pianificare il viaggio al meglio

Una volta scelta la destinazione del nostro viaggio, è importante — prima ancora di acquistare il biglietto aereo e di prenotare l’albergo — fare una piccola ricerca sul Web o sulle guide turistiche riguardo le caratteristiche del Paese, la situazione socio-politica attuale ed il clima.

Con queste informazioni potrai pianificare l’itinerario più adatto per visitare i luoghi d’interesse che preferisci ed affrontare il viaggio con più tranquillità, conoscendo le abitudini culturali che possono essere molto diverse dalle nostre, in particolare nei Paesi a maggioranza religiosa musulmana.

Servono visti e permessi particolari? La maggior parte dei Paesi ha degli accordi con l’Unione Europea per i visti turistici ai suoi cittadini, solitamente basta compilare un modulo e qualche volta pagare alcune piccole tasse. Altri richiedono una registrazione online ed il pagamento del visto anticipato, che poi verrà timbrato alla frontiera.

Per altri Paesi ancora è più complicato: bisogna fare diverse richieste alle rispettive ambasciate e soddisfare dei particolari requisiti per ottenere un visto turistico. Sono procedure che potrebbero richiedere del tempo, perciò è necessario tenerne conto ragionevolmente prima della partenza per il viaggio, per non rischiare di doverla rimandare.

Quando viaggiamo non possiamo dimenticarci della salute e quindi dei vaccini necessari e consigliati. In molti Paesi del mondo ci sono malattie che non sono state ancora debellate ed altre per le quali il nostro corpo non ha le difese adeguate. Visitando l’area dedicata del sito web del Ministero della Salute, possiamo conoscere quali sono le malattie a cui vanno incontro i viaggiatori, quali vaccinazioni per viaggiatori internazionali sono raccomandate a seconda delle aree in cui si intende viaggiare (malaria, febbre gialla, colera, poliomielite, epatiti, etc.) e quale profilassi seguire.

Il programma di vaccinazioni necessarie, in alcuni casi, può anche influenzare la decisione sulla nostra destinazione di viaggio, in quanto alcuni vaccini possono richiedere soldi, tempo e più dosi separate a cui sottoporsi.

Serve anche un’assicurazione di viaggio? Ovviamente speriamo sempre che non succeda niente, ma pensandoci in maniera razionale le cose che possono accadere sono tante: un furto, uno smarrimento o un danno alle nostre cose, un incidente, una malattia o la necessità di un ricovero, proprio mentre siamo a migliaia di chilometri da casa.

Alla fine è una scelta soggettiva, c’è chi preferisce farla sempre e chi non l’ha mai fatta senza avere alcun problema in tanti viaggi, non solo per risparmiare dei soldi. Attualmente di assicurazioni di viaggio che possono soddisfare qualsiasi esigenza e possibilità ce ne sono tantissime, sia per la copertua che per i prezzi: tenerla in considerazione può essere una scelta consigliata, specialmente per i viaggi più lunghi e per le destinazioni più lontane.