Venezia, per un viaggio romantico indimenticabile.Viaggiare a Venezia è una delle migliori scelte che si possano fare se si ama l’arte, la storia ed i luoghi unici al mondo. È una destinazione ricca di cose interessanti da vedere, cose da fare ed offre un’esperienza assolutamente diversa da quelle che si possono vivere in qualsiasi altro luogo.

Venezia è una delle città europee più popolari per i viaggi romantici in coppia o i viaggi di nozze, con molti luoghi incantevoli da conoscere insieme. Venezia oggi deve la sua fama soprattutto alle bellezze che offre al turismo, uno dei punti di forza dell’economia di questa città, dove moltissimi viaggiatori arrivano proprio per il desiderio di passeggiare nelle sue strade, fare un giro in gondola o godersi una cena in uno dei posti più romantici al mondo.

Perchè viaggiare a Venezia?

Venezia è una delle destinazioni di viaggio preferite nel mondo, un luogo che offre innumerevoli bellezze paesaggistiche ed esperienze culturali, ecco quattro buoni motivi per cui consigliamo di visitare Venezia.

  • Per il suo vasto patrimonio culturale: Venezia gode di grande prestigio per aver ispirato importanti compositori musicali ed artisti di ogni disciplina. Nelle sue strade si respira un’aria barocca dove sembra quasi di sentire delle melodie mentre si passeggia e si scoprono i suoi angoli più suggestivi, carichi di arte in ogni edificio, museo, galleria e monumento.
  • Andare in gondola a Venezia.

  • Perchè è una città per gli innamorati e per innamorarsi: anche se altre città godono della fama di posto ideale per l’amore e gli innamorati, Venezia non è inferiore alle altre per le possibilità che offre alle coppie appassionate. Una cena romantica sulle rive della laguna o un giro in gondola sono, per esempio, due soluzioni brillanti per conquistare la persona amata o per confermare l’amore.
  • Per le sue bellezze e le curiosità: Venezia è uno di quei posti in cui non ci si stanca mai. Il suo centro storico è così bello che potresti visitarlo tante volte senza annoiarti. Non ci si può dimenticare di vedere Piazza San Marco ed il Ponte di Rialto, ma a pochi minuti di navigazione ci si può spostare a Murano e Burano, due luoghi incantevoli da non perdere. Hai camminato in una delle strade più strette al mondo? A Venezia c’è anche quella, si chiama Calle Varisco e misura solo 53 centimetri.
  • Per il Carnevale di Venezia: è uno degli eventi più importanti che si svolgono in questa città e se ci si può andare in quel periodo è consigliato non perderlo. Indossa anche tu un costume ispirato all’antica arte veneziana e divertiti tra le strade festanti ed affollate.

Cosa visitare a Venezia, i luoghi da vedere

Hai già in mente di visitare Venezia o ci stai pensando? È davvero una fortuna poter vedere questa città italiana così speciale, con i suoi canali, gli edifici colorati, i ponti, le isole e le gondole. In un giorno o due puoi vedere la maggior parte dei luoghi più interessanti e farti un’idea generale della città, ma con qualche giorno in più potrai apprezzare meglio la sua magia e la sua bellezza.

    Venezia, Piazza San Marco.

  • Piazza San Marco: la piazza simbolo di questa città lagunare, un bellissimo luogo che riunisce la Basilica di San Marco, la Torre del Campanile ed il Palazzo Ducale. È il cuore del centro storico di Venezia, dove ci sono anche bar e ristoranti molto carini (ma anche piuttosto cari) dove prendere un caffè mentre si gode la vista e l’animata vivacità di questo posto ricco di fascino e storia.
  • Il Ponte di Rialto: un altro dei luoghi più rappresentativi di Venezia, che non manca mai tra le cartoline dei viaggiatori, dove scattare splendide fotografie. È il più antico dei ponti sul Canal Grande, costruito tra il 1588 ed il 1591, molto vicino al mercato di Rialto, un luogo pieno di colori e di profumi per le sue bancarelle di frutta e verdura. È consigliato fare una gita in barca lungo la costa veneziana per vederlo da un’altra prospettiva, meglio ancora se scegli di prendere il vaporetto o una gondola.
  • Il Ponte dei Sospiri: sicuramente nei hai già sentito parlare o l’hai visto in molti film ed immagini della città veneta, altro luogo imperdibile da fotografare. Questo ponte è molto importante nella storia di Venezia perchè da li passavano i condannati a morte, che venivano condotti in Piazza San Marco per essere giustiziati.
  • Venezia, il Canal Grande.

  • Il Canal Grande: può essere considerato il viale principale di Venezia (ma in forma acquatica!) che la attraversa formando una S e la divide in due grandi parti, dove confluiscono la maggior parte dei canali della città. Percorrerlo in vaporetto o in gondola da la possibilità di ammirare meglio le facciate dei magnifici palazzi rinascimentali, con immagini assolutamente uniche di questa città.
  • Ca’ Rezzonico: è un bellissimo palazzo barocco che si trova accanto al Canal Grande e può essere visitato dai turisti. La cosa più interessante da vedere in questo palazzo, oltre alla sua architettura ricca di preziose decorazioni, è il “Museo del Settecento veneziano” che ospita importanti opere d’arte, tra cui i dipinti di Ludovico Rezzonico e la sala da ballo progettata da Giorgio Massari.
  • La Chiesa di Santa Maria dei Miracoli: anche se piccola, questa chiesa è davvero pittoresca e può rappresentare un bel modo per conoscere l’ambiente ecclesiastico di Venezia. Si tratta di un edificio rinascimentale costruito nel 1481 da Pietro Lombardo, per rendere omaggio alla Vergine col Bambino di Niccolò Di Pietro. Una della caratteristiche principali di questa chiesa è il soffitto con volta a botte e le ricche decorazioni in marmo che adornano le pareti, il pavimento ed il soffitto. Si trova nel quartiere — o meglio nel sestiere — di Cannaregio ed è una delle chiese preferite dalla gente del posto per i matrimoni.
  • La chiesa della Madonna dell'Orto nel sestiere di Cannareggio a Venezia.

  • La Chiesa della Madonna dell’Orto: per molti questo edificio di culto del XIV secolo è una delle più belle chiese di Venezie, dedicata a San Cristoforo ma riconosciuta con il nome di Madonna dell’Orto per la statua della Vergine ritrovata in un orto nelle vicinanze. Era la parrocchia di Tintoretto, importantissimo artista veneziano sepolto in una delle cappelle del presbiterio, di cui si possono apprezzare splendide opere anche all’interno dell’edificio, tra cui “Il Giudizio Universale”, “Il martirio di San Cristoforo” e “La Presentazione di Maria nel Tempio”. Anche questa bella chiesa si trova nel sestiere di Cannaregio.
  • La Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari: un altro posto da non perdere quando si visita Venezia, questa chiesa è la più grande della città e si trova nel sestiere di San Polo. Oltre alla maestosa bellezza architettonica dell’edificio, al suo interno si possono ammirare magnifiche opere d’arte tra cui ci sono anche due dipinti del Tiziano, che è sepolto nelle tombe della chiesa tra altre personalità legate alla città.
  • Visitare i musei di Venezia: nella Serenissima ci sono anche interessanti musei da visitare tra cui vale la pena ricordare il Museo Correr, dove conoscere nel dettaglio la storia della città, dalla sua fondazione fino al XIX secolo. La Galleria dell’Accademia di Venezia è un altro luogo da non perdere, con opere del Tiziano, del Canaletto, del Tintoretto, del Veronese, di Giovanni Bellini tra i vari artisti. La Scuola Grande di San Rocco è un altro orgoglio artistico veneziano, ricco di opere del Tintoretto e di altri grandi artisti, con sale e saloni così preziosamente decorati da rappresentare per Venezia un po’ quello che è la Cappella Sistina per Roma.

Il Ghetto Ebraico di Venezia

Campo del Ghetto Nuovo, nel ghetto ebraico di Venezia.Il Ghetto di Venezia nacque come rifugio e luogo in cui erano costretti a vivere gli ebrei durante il XVI ed il XVII secolo, il più antico quartiere ebraico al mondo in cui gli israeliti vivevano separati dalla popolazione cristiana ma al riparo dalle persecuzioni che avvennero in tutta Europa. Oggi il quartiere si fonde perfettamente con la vita veneziana e la sua storia ed in queste strade sono state girate alcune delle scene del film “Il mercante di Venezia”, ispirato all’opera di Shakespeare.

La storia del Ghetto di Venezia inizia ufficialmente nel 1516, quando si stabilì che la comunità ebraica della città vivesse all’interno del Ghetto Nuovo, dal quale era permesso di uscire solo di giorno. L’intento dei cattolici era quello di preservare la religione e la cultura dall’influenza ebraica. Nella piccola isola del ghetto, alla quale si poteva accedere solo da due ponti con cancelli sorvegliati, inizialmente abitarono circa 700 persone, che dopo un secolo divennero oltre 5000, accomunate dalla religione ebraica ma che avevano provenienza, cultura e lingua diverse tra loro.

La segregazione terminò nel 1797, con la conquista di Napoleone e la caduta della Repubblica di Venezia, che concesse agli ebrei di entrare ed uscire dalla loro zona senza problemi, eliminando la discriminazione nei loro confronti. Attualmente questo quartiere è molto importante nella vita e nell’economia veneziana, anche se la maggior parte dei suoi abitanti non è ebraica e molti degli ebrei che vivono a Venezia non risiedono nel Ghetto.

Cosa vedere nel Ghetto di Venezia?

  • Campo del Ghetto Nuovo: è il primo posto che si vede nella zona, una piazza aperta circondata da alti edifici. A causa della mancanza di spazio e all’aumento della popolazione, gli abitanti del ghetto furono costretti a costruire edifici alti sette o otto piani, che rispetto agli altri edifici di Venezia sembrano incredibili. Anticamente questa piazza era il cuore della vita nel quartiere.
  • Il Museo Ebraico di Venezia: è uno dei luoghi più interessanti da visitare, un museo diffuso che include le sinagoghe più importanti del quartiere e visite guidate attraverso la storia del ghetto, i suoi spazi e le esposizioni.
  • Il monumento alle vittime della Shoah: il monumento eretto in omaggio alle vittime veneziane dell’olocausto, inaugurato nel 1980, si trova nel Campo del Ghetto Nuovo ed è composto da due parti. Nella prima parte del monumento donato a Venezia dall’autore Arbit Blatas, si trovano sette tavole in bronzo in bassorilievo su un muro di mattoni sormontato dal filo spinato, tavole che rappresentano la tragedia ebraica; la seconda parte è rappresentata da una successivo ottavo pannello collocato nel 1993 in un’altra zona del Campo, per il cinquantenario della deportazione degli ebrei veneziani, e intitolato “L’ultimo treno”. Vedere questa opera commemorativa sarà un’esperienza che ti segnerà profondamente.

Le spiagge di Venezia e dintorni

È piuttosto insolito programmare un viaggio a Venezia esclusivamente per le sue spiagge, ma se la nostra visita nella città lagunare è in estate, allora anche queste sono posti da prendere certamente in considerazione.

    spiaggia del lido di Venezia.

  • Lido di Venezia: l’isola del Lido di Venezia si raggiunge in pochi minuti di vaporetto da Piazza San Marco e qui si possono trovare le migliori spiagge veneziane. Queste spiagge erano scelte già storicamente dalla classe borghese europea per trascorrere le vacanze. C’erano importanti centri termali dove la gente prendeva il sole, si godeva il tempo libero del periodo di villeggiatura, faceva sport. Le spiagge del Lido hanno sabbia fine e paesaggi pittoreschi, sono abbastanza frequentate dai turisti e dai veneziani nei mesi estivi e si può scegliere fra quelle libere e quelle “private” con stabilimenti balneari attrezzati.
  • Jesolo, Cavallino ed Eraclea Mare: sul litorale del Golfo di Venezia ci sono molti posti in cui prendere il sole e fare un bel bagno a pochi minuti dalla città. Le spiagge di sabbia fine di Jesolo, Cavallino ed Eraclea Mare sono indubbiamente tra le più suggerite, raggiungibili in pochi minuti da chi si trova a Venezia. Tra queste la più popolare è certamente quella di Jesolo, molto conosciuta e tra le principali spiagge italiane per numero di presenze, con il bel faro e l’ampia costa marina. Anche le altre località, a brevissima distanza, sono perfettamente attrezzate per accogliere i turisti in cerca di belle spiagge e bel mare, con lettini, ombrelloni e tutti i servizi che si possano desiderare.
  • Caorle vicino Venezia.

  • Caorle: poco più a nord sulla costa veneziana, le spiagge di Caorle sono un altro bel luogo per trascorrere momenti di vacanza al mare e che offre anche un’interessante esperienza culturale. Consigliamo sicuramente di cogliere l’occasione per visitare la cittadina di Caorle, uno dei borghi storici marinari più belli, con il Duomo dell’XI secolo, la laguna e le colorate case del centro storico.
  • Bibione: è una delle località turistiche più rinomate ed importanti, soprattutto per le famiglie in vacanza che arrivano da ogni parte d’Europa. Le sue ampie spiagge sono tra i luoghi più belli nelle vicinanze di Venezia, con tantissime strutture per il divertimento, servizi e locali per passare una vacanza meravigliosa.