Viaggiare in Spagna

Se hai intenzione di viaggiare in Spagna, in questa guida puoi trovare tutte le informazioni per sfruttare al massimo i tuoi giorni di vacanza in questo sorprendente paese europeo. Non puoi perderti i suoi monumenti storici, i luoghi da visitare più belli e significativi, la sua rinomata cucina e i suoi stupefacenti paesaggi naturali.

Un viaggio in Spagna fa vivere esperienze uniche: non ci sono soltanto spiagge da sogno ma anche montagne e luoghi incredibili, città e paesi ricchi di storia, monumenti e bellissimi paesaggi, con un’impressionante varietà culturale ereditata dai diversi popoli che l’hanno abitata nel tempo.

Cosa vedere in Spagna?

Le attrazioni spagnole dal punto di vista turistico sono indiscutibili, infatti è uno dei primi paesi al mondo per visite internazionali, con una grande scelta indipendentemente dai gusti e dalle preferenze personali. Vacanze al mare in centinaia di chilometri di coste e bel tempo, viaggi per conoscere il vasto patrimonio storico e culturale o gite nella natura, in Spagna non manca quello che ti può affascinare e sorprendere.

Chi dispone di diversi giorni per visitare la Spagna e non vuole noleggiare un’auto, può facilmente trovare tour organizzati con itinerari che comprendono alcune delle città più storiche del paese. La maggior parte di questi tour partono da Madrid o Barcellona, tra le città europee più visitate dai turisti, per semplificare molto gli spostamenti di chi arriva dagli aeroporti con collegamenti internazionali.

Barcellona

Barcellona è la città spagnola che negli ultimi decenni è cresciuta maggiormente dal punto di vista turistico. La celebrazione delle Olimpiadi del 1982 l’ha resa una destinazione turistica di moda in tutto il mondo, una città moderna cosmopolita e intraprendente.

Panorama di Barcellona in Spagna, una delle città da visitare.

Situata all’estremo nord-est della Spagna, affacciata sulle rive del Mar Mediterraneo, è famosa per i suoi edifici modernisti tra cui spiccano le opere architettoniche di Gaudí, con la Sagrada Familia come simbolo maggiore e monumento più visitato in Spagna. Ma a Barcellona ci sono tantissime attrazioni da vedere e luoghi di grande interesse anche nei dintorni, come il quartiere gotico, il monastero di Monserrat o la località costiera di Sitges.

Madrid

Nel cuore della Spagna, Madrid è la capitale del paese, una città visitata per le sue attrazioni storiche ma anche per la vita culturale e le possibilità di divertimento, lo spirito della sua gente e l’atmosfera che si respira.

Visitare Madrid la capitale della Spagna.

A Madrid si trovano la sede del Governo e della Monarchia, quindi un luogo ricco di edifici storici, palazzi signorili ed il Palazzo Reale. Luoghi emblematici di grande vivacità come Plaza Mayor, Puerta del Sol o la Gran Via, convivono con aree come il Triangolo dell’Arte in cui si trova il Museo del Prado, la più grande galleria d’arte del mondo.

Viaggiare a Madrid consente anche di visitare facilmente diverse città e luoghi nei suoi dintorni che sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, come il Monastero dell’Escorial, il Palazzo Reale di Aranjuez o l’antica città universitaria di Alcalá de Henares.

▶️ Visitare Madrid, la capitale spagnola

Andalusia

L’Andalusia, nel sud della Spagna, è la regione dove sono molto evidenti i quasi 800 anni di dominio arabo-musulmano della Penisola Iberica, che chiamavano al-Andalus. Le città andaluse hanno un grande interesse storico e culturale, che insieme al fascino delle zone costiere rendono l’Andalusia una delle principali mete turistiche della Spagna.

Un viaggiatore che volesse decidere un itinerario per visitare questa parte del paese per la prima volta, dovrebbe includere senza esitazione almeno tre città.

La Alhambra di Granada in Andalusia, Spagna.

Granada con la sua impressionante Alhambra e Cordoba con la sua Grande Moschea (oggi cattedrale dell’Immacolata Concezione di Maria Santissima) sono due tappe obbligate, i due esempi più imponenti di questa cultura che ha segnato per secoli il carattere e la vita quotidiana di questa regione.

Entrambe le città hanno caratteristici centri storici da visitare, con molti luoghi di interesse come la fortezza Alcázar de los Reyes Cristianos di Cordoba, l’Albayzin di Granada e i famosi loro cortili fioriti.

L'interno della Mezquita di Cordoba, una città spagnola da visitare in Andalusia.

Siviglia è un’altra tappa imprescindibile in Andalusia, una città che conobbe un’enorme crescita insieme a Cadice durante gli anni in cui Cristoforo Colombo viaggiò verso le Americhe. A Siviglia ci sono anche importanti tracce della presenza araba nei simboli della città come la Giralda o la Torre dell’Oro, la cattedrale, l’Alcazar reale o il quartiere di Santa Cruz.

La bellissima Siviglia in Spagna.

Ma in Andalusia ci sono molti altri luoghi pieni di fascino che meritano di essere conosciuti, come la città di Malaga e l’intera Costa del Sol, con città come Marbella o Nerja, la già citata Cadice e le sue meravigliose spiagge, Tarifa o Jerez de la Frontera.

Catalogna

In Catalogna non c’è solo Barcellona, ma è un’ottima base per visitare facilmente la maggior parte dei luoghi interessanti, le splendide zone costiere, gli incantevoli villaggi e sorprendenti paesaggi.

Molto vicina a Barcellona si trova la città di Girona, più a nord-est, con un bellissimo centro storico dalle strade medievali che sono state anche usate come scenario per la serie Trono di Spade. Sulla costa, da non perdere incantevoli località rivierasche della Costa Brava, come la bianca Cadaques, Palamos o Tossa de Mar.

Il bellissimo villaggio di Cadaques in Costa Brava, catalogna.

Più internamente ci sono luoghi affascinanti come il Parco Naturale della Zona Vulcanica della Garrotxa, con borghi storici capaci di incantare ogni viaggiatore come Besalú o Peratallada.

Sulla costa più a sud invece è davvero notevole la città di Tarragona, la Tarraco romana di grande richiamo culturale. L’Anfiteatro Romano, i resti del Foro ed il centro storico dalle mura medievali sono solo alcune delle bellezze da ammirare nel percorso archeologico con vista panoramica sulla città.

Il villaggio medievale di Besalù in Catalogna.

Nella sua provincia non mancano i borghi incantevoli, come l’incredibile Siurana de Prades che ha meno di 40 abitanti. Più a sud il Delta dell’Ebro con il suo Parco Naturale offre altri bellissi scenari naturali in tutta la zona costiera ma anche all’interno, dove non mancano le riserve naturali con grotte, colline, laghetti.

In Catalogna c’è anche la provincia di Lleida, quasi sconosciuta dal punto di vista turistico ma si tratta di una delle zone paesaggistiche più belle della Spagna, con le sue meravigliose valli nei Pirenei, i villaggi di montagna e le caratteristiche chiese romaniche catalane della Vall de Boí, patrimonio dell’Umanità Unesco, tra le quali spicca quella di Sant Climent de Taull.

Comunità Valenciana

La Comunità Valenciana è una delle principali destinazioni per le vacanze estive in Spagna, con una zona costiera dove ci sono città turistiche di richiamo internazionale come Benidorm.

La città principale della Comunità è naturalmente Valencia, ricca di luoghi interessanti da vedere e cose da fare, tra cui spicca probabilmente il complesso architettonico della “Città delle Arti e delle Scienze” con il parco oceanografico e l’acquario, il planetario con immagini cinematografiche, il museo delle scienze e altre attrazioni.

Valencia in Spagna, con la sua costa e la spiaggia.

Valencia possiede anche un centro storico ben tenuto dove si può vedere la sua Cattedrale con una reliquia che dovrebbe essere il Santo Graal, la cosiddetta Loggia della Seta ed il Mercato Centrale in stile modernista.

La vicina città di Alicante è dominata dal Castello di Santa Barbara, un luogo dove si ha una spettacolare vista sulla baia, mentre nelle vicinanze si può visitare il Palmeto di Elche, considerato Patrimonio dell’Umanità.

Tutti molto interessanti i villaggi, i paesi e le località nelle vicinanze, sia sulla costa che nell’entroterra. Tra questi spicca Alcoy, un luogo abbastanza famoso per la sua festa medievale “Moros y Cristianos” in cui si ricorda una battaglia del 1276 e per la Cavalcata dei Re Magi.

Peñiscola in provincia di Castellon, nella Comunità Valenciana spagnola.

La provincia di Castellon de la Plana ha splendide località costiere molto apprezzate da chi sceglie di trascorrere una vacanza al caldo della Spagna, posti come Peñíscola, Benicasim — con il Parco Naturale del Deserto de Las Palmas — o Vinaros che possono essere visitati in ogni periodo dell’anno.

Murcia

La zona di Murcia, a metà strada fra Comunità Valenciana ed Andalusia, merita di essere conosciuta meglio. L’atmosfera della città di Murcia è fantastica e non mancano i luoghi da vedere per interesse architettonico e monumentale, come la Cattedrale di Santa Maria, il bellissimo edificio del Real Casino o il Monastero di Santa Clara.

Dal punto di vista turistico l’attrattiva più popolare della zona è la laguna costiera con l’isola-barriera, chiamata La Manga del Mar Menor, tradizionale meta di vacanze di molti spagnoli. Nei dintorni ci sono luoghi importanti e molto belli, come Cabo de Palos, ma soprattutto Cartagena, con la sua splendida eredità di epoca Romana la cui migliore espressione è il suo teatro.

Cartagena di Murcia in Spagna, panorama della costa con il teatro romano.

Galizia

La Galizia è una delle regioni con la più grande bellezza naturale, una forte tradizione di pesca e forse uno dei posti in Spagna dove si mangia meglio spendendo meno. Ma la Galizia è anche una zona di piogge frequenti, venti e mare pericoloso.

Paesaggi come quello della Spiaggia delle Cattedrali o delle Isole Cies sono impressionanti, ma ci sono anche città molto belle come La Coruña, con il faro più antico del mondo, la Torre di Ercole di epoca Romana. Pontevedra ha un affascinante centro storico, ma sono interessanti anche la città costiera di Vigo e le mura romane di Lugo.

Il meraviglioso paesaggio delle Isole Cies in Galizia, Spagna.

Imperdibile per chi vuole viaggiare in Galizia naturalmente Santiago di Compostela, tappa di arrivo della famosissima via di pellegrinaggio e una delle destinazioni turistiche più conosciute in Spagna, con la cattedrale dove riposano le spoglie del santo.

▶️ Cosa vedere in Galizia, Spagna

Asturie

Nella regione nord-occidentale delle Asturie si può trovare di tutto, dai maestosi paesaggi montani agli angolo di spiagge e calette perfetti per chi ama il mare. Ognuna delle città di questa zona — Oviedo, Gijon e Aviles — ha delle particolari caratteristiche e merita una visita.

Oviedo ha uno splendido centro storico medievale, la cattedrale gotico del Santo Salvatore e soprattutto tante architetture preromaniche tra cui spicca la Chiesa di Santa Maria del Naranco, un gioiello protetto dall’Unesco del IX secolo.

Il colorato villaggio spagnolo di Cudillero, nelle Asturie.

Ma nelle Asturie le chiese preromaniche sono davvero tante, anche nei piccoli paesi meno conosciuti dell’entroterra, con autentici tesori del patrimonio architettonico come quella di San Salvador de Valdedios o quella di Santa Cristina de Lena, vere meraviglie di pietra da ammirare che rientrano nei beni protetti dall’Unesco.

Nei villaggi più autentici delle Asturie, ancora abbastanza lontani dai classici circuiti turistici, si possono conoscere le tradizioni dell’estrazione mineraria della zona, la cultura dei granai asturiani e bellissime aree naturali.

Cantabria

Come le Asturie, anche la Cantabria è una regione del nord della Spagna affacciata sul mare, un’area di grandi spiagge, insenature tra le scogliere e montagne con paesaggi spettacolari e natura allo stato puro.

Bellissimo il capoluogo Santander, affacciato sul Golfo di Biscaglia, con il faro di Cabo Mayor e la celebre spiaggia del Sardinero, ma anche la bellezza del centro storico non è da meno. Non bisogna dimenticare che era la residenza estiva dei Re di Spagna, che dimoravano nel Palazzo della Magdalena.

Santander, il capoluogo della Cantabria in Spagna.

In Cantabria ci sono bellissimi villaggi di pescatori e località turistiche della costa come San Vicente de la Barquera e Laredo, ma anche splendide cittadine medievali dalla caratteristica architettura come Santillana del Mar o Barcena Mayor, ma anche autentici gioielli come il Capriccio di Antonio Gaudí nella località cantabrica di Comillas.

Il Parco Naturale di Cabarceno è tra le attrazioni più visitate in Cantabria, ma questo è anche un territorio di grotte come quella di Altamira — imperdibile in un viaggio in questa zona — quella di El Soplao o quella Del Castello.

Paesi Baschi

Anche la comunità autonoma dei Paesi Baschi si trova nella Spagna settentrionale, può vantare splendidi villaggi di pescatori, belle città, paesaggi verdi ed una prelibata gastronomia, tutte motivazioni molto più che sufficienti per viaggiare in questa zona.

Vale la pena visitare San Sebastian, una delle città più belle della Spagna, con la sua magnifica spiaggia di la Concha, il belvedere del Monte Igueldo e un incantevole centro storico dove gustare le tipiche specialità del posto.

San Sebastian con la bellissima baia de la Concha e la spiaggia.

La vivace città di Bilbao attira in particolare per il Museo Guggenheim inaugurato nel 1997 e progettato dall’architetto canadese Frank Gehry, uno dei più noti musei d’arte contemporanea al mondo. La nascita di questo importante luogo di interesse ha rappresentato un positivo cambiamento urbanistico per questa città, il cui passato industriale presentava soprattutto fabbriche e cantieri navali.

La regione di Navarra è caratterizzata dai paesaggi montuosi dei Pirenei e meraviglie naturali come quella di Bardenas Reales, un parco naturale semidesertico dall’aspetto lunare. Altri ambienti naturali bellissimi sono il canyon Foz de Lumbier e la Foresta di Irati.

Capoluogo di questa regione spagnola settentrionale è la città di Pamplona, famosa per la leggendaria Festa di San Firmino con la corsa dei tori e tappa importante del cammino di Santiago.

Il castello medievale di Olite nel Regno di Navarra.

Tanti nella Navarra i suggestivi paesi medievali con monumentali bellezze architettoniche, come il Palazzo Reale di Olite, la Collegiata di Santa Maria di Roncisvalle o il piccolo e suggestivo villaggio di Ochagavia, perfetta rappresentazione dei Pirenei della Navarra.

La Rioja

La comunità autonoma di La Rioja non può che essere la destinazione perfetta per gli amanti del turismo enogastronomico. È una zona rimonomata per l’industria vinicola, i meravigliosi vigneti della zona, il Museo del Vino e la Battaglia del Vino, un festival estivo.

La Rioja in Spagna, per gli amanti del turismo del vino.

Con un viaggio in questa provincia di Spagna si possono visitare alcune delle migliori cantine di Rioja, un territorio naturale che si estende anche a sud della provincia di Alava, nella Rioja Alavesa. Puoi visitare borghi storici di grande fascino come Laguardia, Ezcaray, Haro e vedere affascinanti monumenti come la cattedrale di Santo Domingo de la Calzada, anche questa sul percorso del cammino di Santiago.

Aragona

L’Aragona è una delle regioni della Spagna che offre grandi contrasti paesaggistici sul suo territorio, dove si può sciare nella zona dei Pirenei, visitare il deserto di Los Monegros o le particolari formazioni rocciose di Mallos de Riglos nella provincia di Huesca.

La basilica del Pilar a Saragozza, in Spagna.

A Saragozza la Basilica di Nostra Signora del Pilar è una delle più imponenti del paese ed un famoso luogo di pellegrinaggio. Tante le cose da vedere in questo capoluogo dal ricco patrimonio storico ed architettonico, soprattutto i monumenti in stile mudéjar, che congiungono elementi gotici e islamici e si possono vedere anche nella città di Teruel, più a sud.

Castiglia e Leon

La Castiglia e Leon — o Castilla y Leon in spagnolo — è una grande regione a nord-ovest di Madrid che offre infinite possibilità di escursioni, gite e viaggi, a partire da città storiche come Segovia con il suo celebre acquedotto Romano con più di 160 archi, la cattedrale gotica, chiese romaniche, mura medievali e il suo imponente castello.

L'acquedotto Romano di Segovia, nella Spagna Centrale.

Altri patrimoni dell’Umanità si trovano ad Avila, la città di Santa Teresa, racchiusa in una robusta cinta muraria medievale con più di 80 torri semicircolari e bastioni su cui si può camminare. In questa città spagnola si possono vedere anche molte chiese e conventi, una spettacolare cattedrale ed antichi palazzi nobiliari, molti dei quali convertiti in alberghi di grande fascino.

Imperdibile nella Spagna centrale anche Salamanca, con la sua storica e rinomata Università e la grande Plaza Mayor, ma anche Burgos con la maestosa cattedrale gotica e naturalmente Leon, dal florido patrimonio artistico ed architettonico con tante chiese, cattedrali, torri, monumenti medievali e di altre epoche.

La bellissima città spagnola di Salamanca con la grande cattedrale.

Interessante anche la città di Valladolid, che nel XV-XVI secolo era la capitale del Regno di Castiglia, perciò non mancano il Palazzo Reale, una bella cattedrale e molti altri edifici storici da visitare. In zona non mancano i castelli e le fortificazioni medievali, ma anche le altre province hanno bellissimi borghi storici con monasteri, abbazie, chiese romaniche e un importante patrimonio culturale.

Castiglia-La Mancia

Anche l’altra comunità castigliana di Castiglia – La Mancia, si può visitare con base a Madrid in diverse escursioni che ci faranno conoscere e ammirare bellissime cose in terra spagnola.

A partire da Toledo, una delle città della Spagna più conosciute e visitate, nel cui centro storico racchiude monumenti e luoghi rappresentativi di tre diverse culture: moschee arabe, sinagoghe ebraiche e cattedrali cristiane.

La bellissima città di Toledo in Castiglia, nella Spagna centrale.

Incantevole la vista di Cuenca, bellissima città che sorge su una gola tra piccole colline boscose, dove i balconi delle sue case — chiamate casas colgadas — sembrano essere sospese sul vuoto del burrone. Nella sua provincia è consigliata una visita al castello di Belmonte, in stile gotico-mudejar, e alla zona naturale della Ciudad Encantada con le sue bizzarre conformazioni rocciose.

Cuenca con le sue case sospese sulla gravina, un luogo da visitare.

La regione della Mancia è terra di mulini a vento (ricordate Don Chisciotte?), paesaggi pittoreschi e luoghi che sembrano usciti dalle illustrazioni di un vecchio libro che narra di castelli e vicende epiche. Innumerevoli i villaggi da visitare nelle province di Ciudad Real, Guadalajara e Albacete, tra cui spiccano i cosiddetti villaggi neri della Sierra Norte di Guadalajara.

Estremadura

La regione sud-occidentale dell’Estremadura è sicuramente tra le mete meno conosciute di Spagna, ma non per questo meno interessante. Conserva una Spagna ancora autentica, lontana dalle classiche rotte turistiche, con monumenti di epoca romana, parchi naturali ed un vastissimo patrimonio architettonico.

Caceres è un vero gioiello, con un centro storico medievale dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco perfettamente conservato e integrato nel tessuto urbano. Chiese, torri e palazzi di varie epoche lasciano i viaggiatori che arrivano in questi luoghi felicemente incantati. Trujillo e Plasencia sono tappe imperdibili delle visite durante un viaggio in Extremadura spagnola.

Il teatro romano di Merida da vedere in Spagna.

L’architettura storica e la bellezza dei monumenti non smette di incantare anche a Badajoz, altro capoluogo di provincia dell’Estremadura, ma soprattutto a Merida, un luogo così ricco di rovine e monumenti di epoca romana (teatro, anfiteatro, acquedotto, ponti, archi, templi…) che giustamente è chiamata “la Roma spagnola”.

Isole Baleari

Le Isole Baleari sono tra le destinazioni principali del turismo internazionale in Spagna, visitate da migliaia di viaggiatori in cerca di spiagge assolate, acque cristalline e divertimento estivo. Ibiza, Maiorca, Minorca e Formentera sono isole che possono offrire feste chiassose ed esclusive, yacht e personaggi del jet-set, ma anche splendidi luoghi naturali e di tranquillità.

Palma di Maiorca con la cattedrale ed il porto pieno di barche.

Difficile descriverle adeguatamente in poche righe. Dal punto di vista culturale è molto interessante Palma di Maiorca, con la sua cattedrale gotica e altri angoli storici della città, ma anche Dalt Vila, il centro storico di Ibiza è assolutamente da vedere, meglio se in un periodo più calmo come la primavera o l’autunno.

Meravigliosa Formentera dal punto di vista naturalistico.

Isole Canarie

Le Isole Canarie possono essere visitate durante tutto l’anno per le loro calde temperature, per questo anche durante l’inverno sono tra le mete preferite dei viaggiatori dell’Europa del nord. Si tratta di isole di origine vulcanica che non si trovano nel Mar Mediterraneo, ma al largo della costa nord-occidentale dell’Africa.

Tenerife è quella che offre la maggior varietà dal punto di vista paesaggistico, con ambienti tropicali e paesaggi lussureggianti, aree vulcaniche come Las Cañadas del Teide o più aride come le spiagge nella parte meridionale, con luoghi come la gola di Barranco de Masca popolari tra gli escursionisti amanti del trekking.

Un'immagine di Tenerife alle Isole Canarie.

San Cristobal de La Laguna è la cittadina più bella da visitare, antica capitale delle Canarie dall’aspetto coloniale, oggi Patrimonio dell’Umanità Unesco.

L’isola di Gran Canaria è probabilmente quella più turistica per le sue grandi spiagge ma anche i luoghi interessanti da vedere nella città di Las Palmas. All’interno dell’isola si possono scoprire luoghi aridi e montagne verdeggianti, villaggi pittoreschi ma anche posti decisamente turistici.

Fuerteventura affascina per le sue grandi spiagge con le dune, ma è interessante anche una visita alla cittadina di Betancuria, quella che fu la prima capitale delle Canarie. Spettacolari i paesaggi vulcanici di Lanzarote, una bellissima isola ricca di parchi naturali e aree verdi di notevole importanza.

Una spiaggia di Fuerteventura per passale vacanze alle Canarie.