Spiaggia dei Baracconi, Golfo Aranci, in Sardegna.

Spiaggia dei Baracconi, Golfo Aranci, in Sardegna.

Viaggiare in Sardegna è una delle migliori scelte per le vacanze, non solo durante l’estate ma in qualsiasi momento dell’anno. È un luogo ideale da visitare con la famiglia, con gli amici, in coppia ma anche da soli. La Sardegna offre una grande varietà di divertimenti, tra cui ci sono le sue bellissime spiagge e paesini pittoreschi, dove è possibile avvicinarsi alla cultura dell’isola e gustare i cibi tipici della regione.

Viaggiare in Sardegna non vuol dire solo conoscere un’isola del Mediterraneo circondata di belle spiagge, ma anche avvicinarsi ad una parte della cultura italiana poco conosciuta. Visitando la Sardegna potrai scoprire paesi e piccole cittadine dallo stile medievale, come Alghero, ma anche città più grandi come Cagliari. Non ci sono solo monumenti e siti archeologici, la Sardegna è ricca di angoli naturali eccezionali come Valle della Luna o Cala Grande, ideali per viaggiatori interessati al turismo naturalistico. Durante il tuo viaggio in Sardegna potrai nuotare in spiagge dalla sabbia fine ed acque cristalline, ma anche visitare luoghi ricchi di storia, musei ed edifici dall’architettura unica, che in un attimo ti faranno ritrovare nel Medioevo.

Perchè viaggiare in Sardegna?

Nel caso della Sardegna, le risposte a questa domanda potrebbero essere moltissime. Ecco cinque motivi per cui consigliamo di visitare la Sardegna.

  • Per le spiagge fantastiche: la Sardegna è un’isola baciata dal sole e bagnata dal Mar Mediterraneo, dove trovare spiagge di ogni genere, da quelle solitarie e paradisiache a quelle piene di persone in vacanza, con tutti i servizi che accontentano chi viaggia con la famiglia. » Le spiagge più belle della Sardegna
  • Per le città ed i paesi: la Sardegna non ha solo spiagge bellissime, ma anche piccole città ricche di storia e di cultura. Puoi passeggiare tra i vicoli di Alghero o di Cagliari e ti sembrerà di viaggiare nel tempo per scoprire i segreti più sorprendenti del passato medievale. Senza dimenticare tante località caratteristiche come Castelsardo, Olbia, Sassari, etc.
  • Per i siti archeologici: la Sardegna è una destinazione straordinaria per gli amanti dell’archeologia, perchè ha tanti siti archeologici di epoca fenicia e romana. Tra i luoghi più sorprendenti c’è il villaggio nuragico di Barumini, un luogo unico dove scoprire le origini della mistica cultura sarda.
  • Per la sua popolarità: ammettiamolo, adesso viaggiare in Sardegna è molto popolare, anche se siete solo studenti e non siete ricchi come Briatore. In Sardegna c’è posto per tutti, anche per chi vuole fare una vacanza normale con la fidanzata o con gli amici, per divertirsi senza esagerare e passare dei bei momenti. » Cosa visitare in Sardegna
  • Per il suo clima ideale: grazie alla sua posizione, la Sardegna gode di un clima eccellente con temperature calde e piacevoli, anche in primavera e in autunno. Il bel tempo è uno dei motivi per cui è una meta molto affascinante, soprattutto per i viaggiatori interessati a godersi il mare.

Turismo in Sardegna

Spiaggia di Cala Li Cossi, canyon in Costa Paradiso.

Spiaggia di Cala Li Cossi, canyon in Costa Paradiso.

La Sardegna è un’ottima destinazione se vuoi trascorrere una vacanza in spiaggia e goderti la natura. La maggior parte del territorio interno sardo è costituito da montagne e colline che rendono l’isola un luogo ideale per escursioni e gite in montagna. Comunque non si tratta di un territorio eccessivamente alto: Punta La Marmora, la vetta più elevata della Sardegna che si trova nel Massiccio del Gennargentu, raggiunge i 1834 metri.

Un’altra interessante caratteristica della Sardegna sono i suoi fiumi, che consentono di fare gradevoli bagni di acqua dolce. Tra i fiumi più importanti ci sono il Tirso ed il Coghinas. Oltre al lago di Baratz, l’unico lago naturale in Sardegna che si trova nell’area nord-ovest, ci sono anche 38 laghi artificiali che sono usati per la produzione di energia elettrica e per assicurare acqua a tutta l’isola. Per la maggior parte dei turisti un luogo indimenticabile da visitare in Sardegna è la Cascata Sa Spendula, una meta molto frequentata nel periodo estivo che però dalla tarda primavera in poi è in secca.

Visitando la Sardegna ti renderai conto che fra i protagonisti principali del paesaggio ci sono i boschi: chilometri di alberi e pianure boscose offrono uno spettacolo incredibile agli occhi dei viaggiatori. La Sardegna è una delle regioni italiane con più aree forestali e se sei un appassionato di escursioni o passeggiate nei boschi per osservare la natura del posto, un viaggio in Sardegna sarà una straordinaria idea che ti permetterà di vivere una bellissima esperienza tra i suoi colori.

Un po’ di storia interessante della Sardegna

Nuraghe Santu Antine di Torralba, vicino Alghero in Sardegna.

Nuraghe Santu Antine di Torralba, vicino Alghero.

Un altro ottimo motivo per visitare la Sardegna è per conoscere la sua particolare storia. Successivamente alle civiltà sarde del Paleolitico e del Neolitico, in età del bronzo — 1800 a.C. circa — è stata abitata dalla Civiltà Nuragica, che popolò in modo numeroso l’isola per oltre un millennio. Le comunità sarde dei Nuragici — un popolo di guerrieri, pastori e contadini — viveva in quei particolari edifici in pietra chiamati “nuraghi” che questa civiltà ha costruito in maniera così cospicua e che sono uno dei simboli rappresentativi della cultura dell’isola. Oltre 7000 nuraghi caratterizzano ancora oggi il territorio della Sardegna.

Successivamente anche Fenici e Cartaginesi hanno lasciato tracce del loro passaggio. È consigliata in modo particolare una visita al villaggio nuragico di Barumini. Nel nord dell’isola è più evidente il passaggio dei Romani, che dopo la Prima Guerra Punica arricchirono la Sardegna con molti monumenti a testimoniare la propria dominazione (templi, anfiteatri, terme, etc).

Per la sua posizione al centro del Mediterraneo, la Sardegna era un luogo ideale molto ambito da tante popolazioni, sia per i commerci che per le strategie di guerra in diversi territori. Per questo motivo nei secoli successivi è stata oggetto di conquista di Vandali, Goti, Bizantini, Saraceni e infine Aragonesi, che mantennero il predominio fino al XVIII secolo. Per la lunga presenza aragonese sull’isola, non sorprenda se la zona di Alghero è ancora oggi un’isola linguistica catalana e vi è sede una delegazione istituzionale del governo regionale della Catalogna.

Come vedi, un viaggio in Sardegna può essere un’affascinante avventura in una terra che permette di fare un complesso e ricercato percorso storico.

Quando andare in Sardegna?

Castelsardo nel nord della Sardegna.

Castelsardo nel nord della Sardegna.

Se ancora non hai un’idea chiara di dove andare nella tua prossima vacanza, non continuare a pensarci. Una vacanza in Sardegna può essere un modo divertente e diverso di godersi le giornate di riposo o di ferie, abbinando rilassanti giornate in spiaggia con momenti di esplorazione e visite turistiche. Questa destinazione può essere una fantastica scelta non solo in estate ma tutto l’anno, perchè anche nei periodi in cui non puoi goderti le spiagge, puoi apprezzare la bellezza e le attività dell’isola.

Il momento migliore per visitare un luogo dipende soprattutto da quello che si vuole fare una volta arrivati a destinazione. Se vogliamo fare una vacanza attiva, conoscendo paesaggi da sogno ed ammirando la natura più autentica, il periodo ideale per viaggiare in Sardegna è l’inizio dell’autunno e la fine della primavera. Se tutto quello che vuoi è andare in una bellissima isola con spiagge incantevoli e posti per fare immersioni o altri sport acquatici, la stagione ideale per andare in Sardegna è l’estate.

Hai anche la possibilità di andare in Sardegna durante la Pasqua, può essere una meta ideale per rilassarsi senza spendere troppi soldi, perchè fuori stagione i prezzi sono molto più accessibili. In questo periodo troverai un fantastico clima primaverile per conoscere le tradizioni dell’isola, oltre che apprezzare le processioni della Settimana Santa e le celebrazioni che si tengono in queste date in molte parti della Sardegna. In alcune delle sue spiagge può essere già il momento per fare un bagno prima degli altri.