Se cerchi informazioni sui luoghi di interesse, monumenti, musei e posti caratteristici da vedere in Sardegna, sei nel posto giusto! In questa pagina abbiamo raccolto i luoghi fondamentali da visitare in Sardegna durante un viaggio, con attrazioni turistiche di ogni genere: città e paesi, spiagge, luoghi storici e di interesse culturale.

Uno degli errori più comuni che fanno i viaggiatori quando visitano la Sardegna è concentrarsi solo sulle città principali. Se vuoi conoscere veramente l’isola, il suo carattere e la sua indole, dovresti scoprire i piccoli angoli lontani dalle città, le località più autentiche e suggestive che si trovano da nord a sud ed offrono un fascino particolare, una storia da conoscere.

Un altro errore comune — ma in questo caso può dipendere anche dalle esigenze diverse — è concentrarsi solo sulle sue magnifiche spiagge. Così si avrà una visione limitata della Sardegna: immergiti nella sua cultura, visita i paesi più lontani dalle località turistiche e goditi i seducenti paesaggi dell’isola, gli edifici di grande valore architettonico e gli stimolanti siti storici.

Le principali città da visitare

  • Cagliari
  • Cagliari in Sardegna.

    Vista di Cagliari.

    Cagliari è senza dubbio una città da non perdere. Il bel capoluogo dell’isola della Sardegna ha, tra le varie cose, un antico castello, un centro storico molto suggestivo e ben conservato e forse alcune delle migliori spiagge dell’isola. È una città che gode di una vivace vita cittadina, dove c’è sempre qualcosa da fare, anche per questo è un posto che qualunque turista dovrebbe visitare.

  • Alghero
  • La bellissima città di Alghero si trova nel nord-ovest ed è un luogo quasi obbligato da visitare in Sardegna. La sua importanza storica ed il suo fascino particolare ti permetteranno di viaggiare nel Medioevo e scoprire la magia che racchiude quest’isola. Visitare Alghero permette anche di conoscere la fusione di culture diverse che ha dato vita alla formazione della cultura sarda.

  • Porto Torres
  • Porto Torres nel nord della Sardegna.

    Marina di Porto Torres.

    Potrebbe anche non essere tra le città più belle dell’isola, ma è un centro turistico di primo livello per chi viaggia in Sardegna. Se sei una persona a cui piacciono i divertimenti e le situazioni eleganti, questa sarà una delle migliori città da visitare in vacanza. Porto Torres è uno dei posti più in delle vacanze sarde.

  • Sassari
  • Un’altra città da non perdere non molto distante da Alghero e da Porto Torres. Sassari è un’antica cittadina che anche se ha perso importanza nel corso degli anni, non ha smesso di essere rilevante nella vita dell’isola. Ha una cattedrale da visitare, diversi musei ed un centro storico piuttosto curioso.

  • Olbia
  • Olbia, nella parte nord-est della Sardegna, nonostante sia una piccola cittadina offre un interessante centro storico con belle viuzze che ti stupiranno. È anche un posto tranquillo dove fare rilassanti passeggiate, mentre si conosce parte della storia dell’isola.

Altre località da visitare in Sardegna

La Sardegna è una destinazione fantastica per visitare piccole località caratteristiche e pittoreschi paesi, luoghi che ti permettono di esplorare in profondità i segreti dell’isola.

  • Castelsardo
  • Castelsardo, Sardegna nord.

    Castelsardo.

    È una piccola località all’estremo nord della Sardegna, in una delle zone più turistiche, un borgo medievale tutto da scoprire con le case colorate, tra il mare ed uno sperone di roccia che si protende verso il Golfo dell’Asinara.

  • Baunei
  • Pittoresco paesino dell’Ogliastra, a quasi 500 metri di altitudine sulla costa centro-orientale dell’isola, da cui domina il golfo di Orosei. Si trova a due passi dalla fantastica spiaggia di Cala Goloritzè, in un territorio di calette cristalline, falesie, grotte e luoghi naturali di una bellezza indimenticabile.

Visitare le spiagge della Sardegna

La Sardegna è la destinazione top per godersi il sole e la spiaggia, un’isola dalle tante spiagge idilliache dove tuffarsi in un mare di tutte le sfumature di azzurro e di verde, con sabbie fini e tramonti indimenticabili. Se ti piacciono le belle spiagge, non potrai fare a meno di amare questo posto. Ti consiglio di leggere la pagina sulle spiagge della Sardegna per sapere quali sono le più interessanti da visitare.

Non perdere l’elenco completo delle migliori spiagge della Sardegna.

Visitare le grotte marine

Se sei un viaggiatore avventuroso, in Sardegna non puoi perderti le Grotte di Nettuno e la Grotta del Bue Marino, dove scoprire splendidi luoghi nascosti e bagnati dal mare. Se interessato a fare escursioni in questo genere di attrazioni, le grotte da vedere in Sardegna sono davvero tante, anche se non tutte così impressionanti come queste due. Da tante località dell’isola partono mini-crociere ed escursioni in barca giornaliere che fanno tour alle grotte sarde.

Visitare siti storici e archeologici

Se sei un viaggiatore a cui piace conoscere la storia e la cultura dei posti che visiti, quest’isola italiana nel Mediterraneo ha tantissime cose da offrirti. La Sardegna è sempre stata un luogo assolutamente strategico, un’isola contesa da tante popolazioni che hanno cercato di conquistarla e stabilire colonie per sfruttare la sua posizione geografica e le sue ricchezze. Visitandola potrai trovare siti archeologici delle numerose culture che hanno avuto a che fare con questo territorio: Nuragici, Fenici, Cartaginesi e Romani per esempio, che hanno lasciato un’impronta più visibile e le cui costruzioni sono ancora intatte.

  • Villaggio nuragico di Barumini
  • Villaggio nuragico di Barumini.

    Villaggio nuragico di Barumini.

    Si trova a breve distanza da Cagliari, nella Sardegna del sud, un posto ideale per conoscere le caratteristiche dell’architettura e dell’archeologia nuragica. Nel villaggio nuragico di Barumini sono conservate alcune costruzioni di quell’epoca e diversi elementi che ti faranno conoscere meglio la storia di questo antico popolo.

  • Complesso nuragico di Palmavera
  • È un altro sito nuragico che si trova vicino la città di Alghero, dove scoprire un autentico villaggio di nuraghi molto ben conservato. L’area di Palmavera è indubbiamente un posto da non perdere in Sardegna.

  • Area archeologica di Tharros
  • Area archeologica di Tharros in Sardegna.

    Area archeologica di Tharros.

    Certamente uno dei gioielli dell’isola, l’antica città di Tharros costruita dai Fenici che si trova nella penisola del Sinis, sul promontorio di capo San Marco che racchiude il Golfo di Oristano, nella parte centro-occidentale della Sardegna. È un luogo affascinante che permette di viaggiare nel tempo e conoscere l’eredità fenicia sulla cultura sarda.

  • Villa di Tigellio
  • Questa zona archeologica si trova nel cuore della città di Cagliari ed è un complesso di epoca romana. Non si tratta di un’unica villa ma tre edifici adiacenti in un’area in cui sorgeva un complesso termale. Il sito prende il nome, erroneamente, da un musicista e poeta vissuto nella Caralis romana all’epoca di Augusto.

Visitare la Sardegna per zone

Il modo migliore per conoscere l’isola è visitare ognuna delle zone che la compongono, in uno o più viaggi per vedere in maniera diretta la miriade di cose che può offrire ai turisti da ogni punto di vista.

La zona nord della Sardegna

Tomba dei Giganti di Coddu Vecchiu.

Tomba dei Giganti di Coddu Vecchiu.

Se hai intenzione di viaggiare in questa bellissima isola nel Mediterraneo e non sai cosa visitare in Sardegna, una buona zona da cui iniziare è quella che si trova a nord. Qui è possibile visitare luoghi importanti come Alghero, una città medievale che tra il XIV ed il XVII secolo fu occupata dai catalani, di cui oggi molti dei suoi abitanti conservano ancora la lingua. Puoi visitare anche la città di Sassari e passeggiare tra le sue imponenti mura medievali.

Sempre sul versante nord-ovest, nel territorio di Alghero e vicino al promontorio di Capo Caccia, un posto molto consigliato da visitare sono le Grotte di Nettuno, un gruppo di grotte naturali scolpite dall’erosione del mare dove si trovano imponenti stalattiti e stalagmiti.

Nel nord dell’isola si trova la Costa Paradiso con alcune delle migliori spiagge della Sardegna, con sabbia candida ed acque blu. Oppure la Costa Smeralda, il cui capoluogo è la bella città di Olbia, o l’importante sito archeologico della Tomba dei Giganti di Coddu Vecchiu, nel territorio di Arzachena, per conoscere l’antica cultura nuragica. E non è il solo monumento archeologico chiamato Tomba dei Giganti, c’è anche quello di Pascaredda, in un suggestivo bosco di sugherete in Gallura nel territorio di Calangianus.

La zona est della Sardegna fino a sud

Dorgali, in provincia di Nuoro, si trova in un’area naturale poco visitata di questa parte della costa sarda, dove si trovano paesaggi di spiagge sabbiose ed alte scogliere. Cala Gonone, Cala Luna e Cala Goloritzè sono tre punti da non perdere, luoghi spettacolari che si vedono su molte riviste perchè vengono utilizzati come location per produzioni di ogni genere. Proprio qui, nel Golfo di Orosei, si trova la Grotta del Bue Marino, un’altra delle visite fondamentali di questo itinerario attraverso la Sardegna. Per visitarla si fa un’escursione in barca da Cala Gonone alla grotta, che con le sue formazione calcaree ed acque cristalline è una delle grotte più interessanti in Europa dal punto di vista geologico.

Nel Parco Nazionale del Golfo di Orosei e Gennargentu.

Costa orientale della Sardegna.

Più all’interno si trova il Parco Nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu, un massiccio montuoso dove se ti piacciono le escursioni puoi trovare percorsi di tutte le lunghezze e livelli, in cui vale la pena passare anche un paio di giorni. Puoi stare nei tanti paesi dei dintorni oppure sulla costa, che è molto vicina, dove ci sono Santa Maria Navarrese e Arbatax, per conoscere le persone del posto ed assaporare la gustosa cucina locale.

Proseguendo verso sud in direzione di Cagliari si incontra il Parco Archeologico di Pranu Mutteddu, nella provincia del Sud Sardegna. Si tratta di un grande complesso archeologico, dove oltre alla necropoli prenuragica c’è la più alta concentrazione di menhir e megaliti in Sardegna. Nella zona di Cagliari non mancano le grandi spiagge sabbiose e le rovine romane di grande valore storico, come il suo anfiteatro o le mura intorno al castello. Nell’area archeologica di Nora, presso il Capo di Pula, si trovano i resti della prima città fenicia in Sardegna dell’VIII secolo avanti Cristo, che successivamente divenne punica e romana.

La zona sud-ovest della Sardegna

Nella zona sud-ovest si può visitare una Sardegna più tipica e caratteristica, con le città minerarie che hanno contraddistinto così tanto la vita dell’isola, i suggestivi insediamenti dell’Iglesiente, le antiche miniere sul mare. Quest’area è consigliata soprattutto ai viaggiatori interessati alla natura e meno agli agi dei moderni resort, è un luogo ideale per le escursioni dove non mancano le splendide spiagge della Costa Verde e i siti archeologici.