A Cagliari e nei dintorni ci sono molti punti di interesse turistico da vedere, si tratta della città più grande dell’isola della Sardegna ed il suo capoluogo. In questo articolo sono elencate le cose più importanti e rappresentative da vedere a Cagliari in modo da conoscerla meglio, soprattutto nella zona del centro storico dove ci si può spostare a piedi o al limite con i mezzi pubblici.

Molti dei turisti che viaggiano in Sardegna passano da Cagliari perchè è il luogo di atterraggio del volo, prima di andare verso la destinazione della vacanza, oppure fanno una sosta durante una crociera. Altri fanno un soggiorno di due giorni o più, hanno a disposizione un’auto per gli spostamenti, così sono interessati ad un itinerario che comprenda anche i dintorni di Cagliari, che è una delle zone più belle della Sardegna meridionale.

Cosa vedere a Cagliari?

  • La Torre dell’Elefante ed il quartiere Castello
  • La torre dell'elefante e vista su Cagliari.Costruita nel 1307, è la seconda torre medievale più alta di Cagliari ed uno dei simboli più rappresentativi della città. Prende il nome dalla piccola scultura di un elefante che sporge dal muro e la sua antica porta conduce nella zona più bella del centro storico, il quartiere medievale Castello. Le strade strette, gli archi, i gradini e le terrazze di Castello invitano ad un’affascinate passeggiata.

  • La Cattedrale di Santa Maria Assunta
  • Una volta entrati nel quartiere Castello ci sono innumerevoli bellezze da scopire ad ogni passo. Una di queste è la Cattedrale di Cagliari, costruita nel corso del XIII secolo in stile romanico e dedicata a Santa Maria Assunta e Santa Cecilia. La sua cupola ottagonale si vede da quasi tutta la città ed è uno dei monumenti più visitati di Cagliari, che sorge nell’incantevole Piazza Palazzo, dove si trovano anche il Palazzo Reale e l’Antico Palazzo di Città.

  • Il Palazzo Regio
  • Palazzo Regio a Cagliari.Situato in una delle piazze più importanti da conoscere se si visita Cagliari, il Palazzo Regio (chiamato anche Viceregio o Reale) è stato costruito nel XIV secolo dai Vicerè spagnoli, anche se l’edificio ha subito nel tempo varie modifiche. Dal XIX secolo divenne proprietà della Provincia ed attualmente ospita la Prefettura e gli uffici dell’amministrazione metropolitana e provinciale.

  • La Torre di San Pancrazio
  • Costruita anch’essa durante la dominazione pisana tra il XIII ed il XIV secolo, quella di San Pancrazio è la torre più alta di Cagliari e si trova nel punto più alto di Castello. È uno degli emblemi della città e quindi anche un luogo fondamentale da visitare a Cagliari, dove ammirare bei panorami del capoluogo sardo e dei dintorni. È importante anche nella storia di Cagliari, in quanto venne costruita per prevenire gli attacchi di mori e genovesi e la sua porta, posta sotto la torre, è ancora insieme a quella dell’Elefante il principale accesso per entrare a Castello.

  • L’Anfiteatro Romano di Cagliari
  • Anfiteatro romano di Cagliari.Un altro luogo imprescindibile quando si visita il capoluogo sardo, l’anfiteatro romano costruito nel II secolo con una capacità di 10mila spettatori, un posto primario nella vita sociale dei cittadini durante la dominazione romana. L’anfiteatro si trova nella parte meridionale del Colle di Buoncammino, con le gradinate scavate direttamente nella roccia del colle. Si tratta di un luogo molto seducente e stimolante, da visitare anche se non siete appassionati di storia.

  • Il Museo Archeologico Nazionale di Cagliari
  • Quella del Museo Archeologico è una tappa da non perdere, sul Colle di Buoncammino, dove trovare le più importanti collezioni di archeologia sarda. Il museo espone pezzi di diversi periodi storici, dalla preistoria fino all’epoca bizantina su quattro piani: il primo è cronologico con esempi delle principali culture e dominazioni che si sono succedute in terra sarda; altri due illustrano diversi settori territoriali; il quarto è dedicato alle mostre temporanee.

  • Il Bastione di Saint Remy
  • Cagliari, il bastione di Saint Remy.È una delle fortificazioni della città medievale più importanti, che prende il nome dal primo Vicerè piemontese, il barone di Saint Remy. Si trova a ridosso del quartiere Castello, ma salita la scalinata in marmo sormontata da un arco di trionfo, si può accedere alla passeggiata coperta o alla terrazza panoramica Umberto I, dove si ha una fantastica vista della città ed è ideale per individuare altri luoghi da visitare durante il giro turistico di Cagliari: il porto, il quartiere Marina ed il colle del Santuario di Nostra Signora di Bonaria.

  • Il porto e il quartiere Marina
  • Il quartiere di Marina, a sud di Castello, è uno dei quartieri storici di Cagliari. In passato era protetto da mura e bastioni, che però nel XIX secolo sono stati demoliti per sviluppare nuove importanti vie cittadine. Questo caratteristico quartiere di Cagliari è ricco di edifici religiosi e chiese di divese epoche da apprezzare, alberghi storici ed i palazzi porticati di via Roma. L’isola pedonale della parte alta, dove si trova via Manno, è il luogo ideale per lo shopping nei tanti negozi ed attività commerciali.

  • Il Mercato di San Benedetto
  • Con i suoi 8mila mq di esposizione su due livelli è il mercato coperto più grande d’Italia ed uno dei più grandi in Europa. Sarà una delle esperienze più interessanti da vivere a Cagliari, quindi cerca di non perderlo. È un posto ricco di colori e profumi intensi dei prodotti di Sardegna, molto frequentato anche dai turisti che possono assaggiare le prelibatezze della gastronomia sarda o semplicemente fare colazione in un’atmosfera indimenticabile. È abbastanza vicino al centro e comunque facilmente raggiungibile con i bus pubblici.

  • Il Castello di San Michele
  • Castello di San Michele a Cagliari.Situato nel punto più alto della città, questo forte fu costruito durante il Giudicato di Calari, quindi tra l’XI ed il XIII secolo, anche se probabilmente il suo periodo di maggior importanza è stato nei due secoli successivi. È stato ampiamente ristrutturato, pur cercando di mantenere la sua architettura autentica ma della struttura originaria del castello sono state conservate solo un paio di torri e le mura. Adesso, passato al Comune di Cagliari, è un centro d’arte e cultura molto interessante e comunque un posto da non perdere a Cagliari.

  • Le spiagge di Cagliari
  • La spiaggia più conosciuta di Cagliari è quella del Poetto, ad est della città a pochi minuti dal centro, con un litorale sabbioso molto esteso di circa 7km, davvero una splendida spiaggia cittadina. È perfetta per chi si trova a Cagliari e vuole trascorrere un’intera giornata al mare senza allontanarsi molto. Sulla costa intorno alla città ci sono diverse spiagge, sia sul lato est che ovest, non molto lontane e che vale la pena vedere. Se vuoi spostarti per conoscere le spiagge più belle, puoi leggere qui la guida alle spiagge della Sardegna.

Cosa vedere nei dintorni di Cagliari

Se hai intenzione di noleggiare un’auto per conoscere questa zona del Sud Sardegna o comunque hai la possibilità di spostarti, ci sono alcuni posti nei dintorni di Cagliari facili da raggiungere che sicuramente ti piaceranno.

  • La cittadina di Assemini
  • Assemini, vicino Cagliari, la chiesa di San Pietro.Questa piccola località è un comune della Città Metropolitana di Cagliari, in un territorio ricco di corsi d’acqua. È un bel posto da visitare, soprattutto se ti piace l’artigianato tradizionale: Assemini è nota per le sue ceramiche prodotte dagli artigiani locali che offrono i propri articoli realizzati con questo materiale ed è riconosciuto come “Paese di antica tradizione della ceramica”. Ti consigliamo di visitare l’antica chiesa bizantina di San Giovanni, eretta tra il IX ed il X secolo, e la chiesa di San Pietro, ricostruita nel XVI secolo in stile gotico-aragonese su un edificio originario dell’XI secolo. Nel suo territorio è raccomandato visitare anche la Riserva di Monte Arcosu, la più estesa oasi naturalistica del WWF in Italia.

  • Il comune di Quartu Sant’Elena
  • Con i suoi 70mila abitanti è il terzo comune sardo per popolazione e fa parte della Città Metropolitana di Cagliari. Ha molte chiese ed architetture religiose tra i suoi luoghi di interesse e diversi siti archeologici di epoca nuragica, tra cui spicca il Nuraghe Diana. La costa di Quartu inizia dal litorale del Poetto, la spiaggia cagliaritana, e si estende verso la parte orientale della penisola meridionale lungo il Golfo degli Angeli, dove si alternano spiagge sabbiose e scogliere.

  • La Laguna di Santa Gilla/li>
    Laguna di Santa Gilla, Stagno di Cagliari.È lo stagno di Cagliari, alla periferia della città, un’area umida di circa 4mila ettari tra le più importanti d’Europa che ospita una grande varietà di specie animali e vegetali. È un punto di sosta migratoria per il gran numero di uccelli che attraversano il mare alla ricerca di un clima più caldo. Durante una visita potresti ammirare specie mai viste ed un’impressionante colonia di fenicotteri rosa che offrono uno spettacolo indimenticabile. Quella alla laguna di Santa Gilla, con le saline e lo stagno di Capoterra, è un’escursione molto popolare da fare vicinissima a Cagliari.

  • Il Parco di Monte Urpinu
  • È un parco urbano della città di Cagliari, perfetto per gli amanti dell’escursionismo e della natura, un’immensa area verde di oltre 350kmq dove osservare dall’alto sia la città di Cagliari che il mare e gli stagni della zona, e naturalmente scattare delle splendide fotografie. È un territorio dominato per secoli dalla natura selvaggia, anticamente di proprietà di una famiglia dell’aristocrazia sarda, ma poi acquistato dal Comune e riqualificato profondamente.