Natale in Polonia

Il Natale in Polonia ha un fascino particolare ed in queste regioni, dove il freddo e la neve arrivano già nei primi giorni invernali, è facile vedere i tradizionali tetti imbiancati ed i pupazzi di neve che tante volte abbiamo visto nelle cartoline o nei film. La festività del Natale in polacco si chiama Boże Narodzenie ed è considerato un momento particolare per le famiglie, sia dai cristiani che da chi non lo è, dove è abitudine percorrere anche grandi distanze per ricongiungersi ai propri cari che sono lontani durante l’anno.

Natale a Cracovia, in Polonia

Il 24 dicembre è la notte più importante, non solo per la tradizione cristiana, è un momento chiamato gwiazdka (piccola stella) ed è riferito alla comparsa della prima stella nel cielo dell’Europa orientale, un momento che i bambini polacchi attendono con trepidazione alla vigilia di Natale e che evoca la stella di Betlemme, segno che i festeggiamenti per la Wigilia possono iniziare. Si comincia con la condivisione con gli altri di un pezzo di opłatek, un dolce sottile utilizzato anche nelle famiglie slovacche e lituane che ricorda l’ostia, per poi passare alla cena vera e propria ed in seguito spostando l’attenzione sull’albero di Natale.
L’albero di Natale in Polonia è una tradizione che risale solo a un centinaio di anni fa, portata dai coloni tedeschi venuti in questo paese in massa durante la ripartizione del territorio fra prussiani, russi e austriaci. Insieme all’albero è arrivata anche l’usanza di scambiarsi i regali la notte di Natale invece che a Capodanno, come si usava precedentemente per augurare un buon nuovo anno. L’albero è decorato con festoni di carta, candele e soprattutto le mele, che rappresentano il frutto proibito dell’albero della vita nell’Eden.

La precedente ed antica usanza polacca era invece quella di appendere al soffitto, in posizione centrale, la parte terminale di un abete o di un pino a testa in giù, mentre porte e parti erano decorate con i suoi rami sui quali venivano messi nastri e paglia. Nella regione di Cracovia si utilizzava un pino a testa in giù decorato con noci, mele, pane, zenzero e pere; il giorno seguente al Natale queste prelibatezze venivano mangiate dai bambini. Nella regione di Podhale, nella Polonia meridionale, c’era anche l’usanza che durante le festività natalizie si sospendessero le “ostilità” con i propri nemici, ci si parlasse senza rabbia e ci si comportasse in modo civile.

La Polonia è una terra magnifica dalle antiche tradizioni, che merita di essere visitata ed apprezzata anche con una vacanza nel periodo di Natale, nelle sue città più conosciute ma anche nei villaggi meno moderni e nelle regioni più rurali.