Split, o Spalato come è conosciuta in italiano, è la seconda città più grande della Croazia dopo la capitale Zagabria, una città portuale situata nella regione della Dalmazia ed una delle principali mete turistiche croate grazie alle grandi attrazioni di cui può far vanto, dalle bellissime spiagge ad un tesoro culturale ed architettonico di grande valore.

Questa città ha oltre 1700 anni di storia, la cui origine si deve all’imperatore romano Diocleziano, noto per la sua persecuzione contro i cristiani, che decise di costruire qui il suo palazzo per la residenze estiva: per la sua costruzione ci vollero dieci anni ed attorno ad esso è cresciuto un gran numero di edifici bizantini e veneziani di insuperabile bellezza, che danno vita ad un nucleo storico dichiarato Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 1979.

Spalato in Croazia.

Spalato in Croazia, vista del centro storico e del suo porto.

Una delle ragioni per cui questo centro storico è così speciale sta nel fatto che nel corso dei secoli i suoi abitanti sono riusciti ad adattare gli edifici per le attività quotidiane senza metterne a repentaglio l’eredità ed il significato originario, infatti è possibile trovare appartamenti, alberghi, ristoranti, bar e negozi di souvenir che conservano ancora la magia di diciassette secoli di storia.

Cosa vedere a Spalato

Il Palazzo di Diocleziano è quello che sicuramente distingue e rappresenta meglio Spalato, una cittadella costruita dall’imperatore romano nel III secolo con la pietra proveniente dalle cave dell’isola di Brac. Il palazzo era completamente circondato da alte mura, con quattro porte di accesso e sedici torri. La più incredibile delle porte è quella che si trova sul lato nord, la Porta Aurea, che solo l’imperatore e la sua famiglia potevano usare per recarsi nella vicina Salona. Dietro la porta si può vedere l’enorme statua del vescovo Gregorio di Nin, opera del famoso scultore Ivan Meštrović prima della Seconda Guerra Mondiale.

Palazzo di Diocleziano a Spalato.

Interno del Palazzo di Diocleziano a Spalato.

A est invece si trova la Porta Argentea, dove si possono vedere gli archi della cinta muraria originale e resti delle torri di difesa. Attraversandola si accede al Decumano, che conserva ancora buona parte del pavimento originario. A ovest, dall’altra parte del Decumano, c’è la Porta Ferrea, posta tra le case ed una piccola chiesa dell’XI secolo il cui campanile con l’orologio svetta sugli edifici ed è uno dei simboli della città. All’interno del centro storico formato dal Palazzo di Diocleziano, quello che era il mausoleo di Diocleziano oggi è la Cattedrale di Spalato dedicata a San Doimo, con struttura ottagonale e circondata da 24 colonne. Al suo grande campanile medievale si può accedere per avere una bella vista su Split e sul Mar Adriatico.

All’interno delle mura una volta vi erano anche tre templi, ma al giorno d’oggi rimane solo il Tempio di Giove, diventato il Battistero di San Giovanni. Per completare la visita a questa parte del palazzo è molto consigliata una passeggiata nelle gallerie sotterranee, usate nella serie tv “Il Trono di Spade” per ambientare diversi spazi di Meereen, come il sotterraneo in cui Daenerys Targaryen rinchiude i suoi draghi. Per prolungare ancora la visita all’interno del palazzo ci sono un paio di musei da visitare, il Museo Storico della Città (Muzej Grada Splita) ed il Museo Etnografico (Etnografski Muzej Split).

Cattedrale di San Doimo a Spalato.

La Cattedrale di San Doimo a Spalato con il suo magnifico campanile medievale.

Dalla Porta Ferrea, lasciandosi alle spalle il palazzo, si può accedere alla Piazza del Popolo, una delle più importanti della città che in epoca medievale era il centro nevralgico di Spalato. Qui, tra gli edifici, spicca il vecchio municipio e i palazzi di diverse famiglie nobiliari. Ma Spalato è una città costiera, per cui è impossibile perdersi il suo lungomare chiamato Riva, pieno di bar e ristoranti che di sera diventa una vivace zona di divertimento notturno. Riva, che confina con il porto e una delle facciate del Palazzo di Diocleziano, è un grande viale pedonale caratterizzato da monumenti in stile rinascimentale come Piazza della Repubblica (Trg Republike), molto vicina alla chiesa romanica di San Lorenzo. Una passeggiata sul lungomare nel pomeriggio offre calma e relax, permettendoci anche di visitare il Museo del lungomare che si trova all’interno della fortezza medievale del XVII secolo.

Tra gli altri luoghi da visitare a Spalato c’è il Museo Archeologico, il più antico in Croazia, fondato nel 1820 e che ospita oltre 150mila pezzi di inestimabile valore storico e culturale. La chiesa dedicata a San Domenico, vicina al Palazzo di Diocleziano, è stata costruita nel XVII secolo ed ampliata negli anni ’30 del secolo scorso. Il quartiere di Varos è uno dei più tradizionali, dove vivevano le classi più umili che non potevano abitare all’interno del palazzo. Oggi è un quartiere molto pittoresco, con splendide case tradizionali tra cui passeggiare e veder arrivare i pescatori nel piccolo porto. Qui ci sono anche importanti monumenti religiosi, come la chiesa di San Nicola, un monastero francescano con la sua chiesa di San Francesco e la chiesa di Santa Croce.

Riva lungomare di Spalato in Croazia.

Riva, il grande lungomare di Spalato, sulla costa della Croazia.

Da Varos si può salire verso la collina di Marjan, a 174 metri di altezza con 168 ettari di pineta per godere di una splendida vista della zona. Sul lato sud di Marjan, nell’antica villa in cui viveva, si trova la Galleria Meštrović, che come suggerisce proprio il nome, contiene gran parte delle opere di Ivan Meštrović, considerato uno dei più importanti scultori del XX secolo.

Spiagge di Spalato

Dopo una visita ai monumenti di Split, una passeggiata lungo le sue spiagge è un’idea perfetta: tre quelle più raccomandate, quella di Bačvice, la Kašjuni e la Bene.

  • Bačvice: è una spiaggia sabbiosa nel cuore della città, molto popolare ed affollata, in una zona vicina al porto con tanti bar e ristoranti. Ogni anno riceve la bandiera blu per le sue acque cristalline ed i suoi servizi. Qui sia in estate che in inverno si gioca a picigin, uno sport nato più di cento anni fa che si gioca con una pallina di gomma dove le acque sono poco profonde ed il fondale sabbioso.
  • Spiaggia di Bacvice a Spalato.

    La spiaggia di Bačvice a Spalato, un bel posto di mare nella città croata.

  • Kašjuni: ai piedi della collina Marjan, nella parte sud-occidentale, una spiaggia rocciosa con un meraviglioso ambiente naturale in una baia di ghiaia. Anche questa molto frequentata.
  • Bene: la spiaggia di Bene è invece nella parte nord-orientale di Marjan, circondata dalle pinete che offrono ombra naturale e con una parte di sabbia ideale per le famiglie con bambini. Ci sono diversi servizi, parco giochi ed una parte di essa è attrezzata per le persone disabili.
  • Firule: è una spiaggia molto amata da chi va al mare con i bambini, perchè si trova in una baia chiusa e tranquilla ed ha una sabbia fine. È diventata popolare grazie alla vicina scuola di tennis dove sono cresciuti molti campioni croati.
  • spiaggia di Firule a Spalato.

    Il bellissimo mare della baia di Firule a Spalato in Croazia.

  • Kaštelet: è una spiaggia di ciottoli, come la maggior parte delle spiagge in Dalmazia, adatta ai bagnanti di ogni età ed attrezzata con docce, spogliatoi e luoghi dove mangiare.
  • Trstenik: nella parte orientale di Spalato, anche questa una spiaggia di ciottoli con facile accesso al mare, ideale per le vacanze delle famiglie, premiata con la bandiera blu per la gestione ed i servizi di cui si può godere.
  • Žnjan: si trova subito dopo la spiaggia di Trstenik, un posto molto amato dagli abitanti di Spalato per il tempo libero, dove possono passeggiare ed apprezzare i tanti bar, ristoranti, parchi giochi ed altre strutture.
spiaggia a Kastel Stari vicino Spalato.

La costa con la spiaggia a Kastel Stari, poco distante da Spalato.

Puoi allontanarti qualche chilometro? Bene, perchè a Kaštel Stari, il più antico dei pittoreschi villaggi che si trovano sulla costa da Spalato a Trogir, a circa 20km dalla città, ha le migliori spiagge di sabbia della zona.

Cosa vedere vicino Spalato

Anche nei dintorni di Spalato ci sono diverse attrazioni da vedere, come i resti dell’antica città romana Salona, che ha una storia tragica che racconta dei suoi abitanti che si trasferirono a Split per proteggersi dai saccheggi degli Avari. Era una colonia greca poi conquistata dai Romani e divenuta la capitale della provincia della Dalmazia, oggi il più grande sito archeologico in questa parte di Adriatico (tre volte più grande di Pompei). Si trova presso l’attuale cittadina di Solin, meno di 10km da Spalato.

anfiteatro romano a Salona, Spalato.

Una parte delle rovine archeologiche dell’antica Salona con l’anfiteatro romano.

Poco oltre, a circa 14km da Spalato, c’è la Fortezza di Klis (Clissa nella denominazione italiana), un forte medievale su un’altura dell’omonimo villaggio. È un altro dei luoghi che hanno fatto parte dell’ambientazione de “Il Trono di Spade”, che possono essere visitati tutti con dei tour guidati dedicati alla serie.

Il canyon del fiume Cetina e la cittadina di Omiš sono i posti ideali per fare un’escursione di una giornata intera. Il canyon del Cetina ha pareti che arrivano a 400m di altezza e consente di praticare attività sportiva come il rafting, l’arrampicata e altro ancora. Dopo essere scesi alla foce del fiume, fino al mare, si può visitare la caratteristica Omiš, un luogo molto bello che anticamente era scelto dai pirati per controllare l’ingresso del commercio attraverso il Mare Adriatico.

Omis e fiume Cetina in Croazia.

Fantastica vista di Omiš e del fiume Cetina, a poca distanza da Spalato.

Ricorda che molta della vita croata ha a che fare con il mare: basta chiedere in uno dei porti della zona per fare una gita in barca o farsi portare in un’isola vicina. La piccola isola di Solta si trova nella baia di Spalato, proprio di fronte alla città, ed è un vero gioiello con insenature marine e altre bellezze, molto apprezzata dai giovani. Proprio di fianco a Solta, vicinissima, c’è l’Isola di Brač, che da Spalato si può raggiungere facilmente in traghetto in 45 minuti. Brač è famosissima per la spiaggia di Zlatni Rat, il cui promontorio cambia continuamente forma a causa della maree e delle correnti marine. Questa spiaggia è molto affollata, ma ci sono anche altre baie molto più tranquille ed altre bellezze da apprezzare sull’isola.